Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 689
CHIARAMONTE GULFI - 13/09/2007
Sport - Coppa Monti Iblei. Cresce l’attesa.

50 anni di successi e non li dimostra

Domani la sedicesima edizione. Tutto esaurito Foto Corrierediragusa.it

50 candeline. Sono quelle della celeberrima Coppa Monti Iblei . La sedicesima prova del Trofeo Italiano velocità Montagna organizzata dall’Automobile Club Ragusa e dalla Tecno Racing Service, sarà spalmata su due manche a partire dalle 9 di domani.

La famosa corsa, un must in provincia per appassionati di motori e non, si articola lungo le S.P. 7 e 108 su un percorso di 5,35 Km che copre un dislivello di 300 metri con una pendenza media del 5,27%, che si conclude alle porte di Chiaramonte Gulfi. Un tracciato misto amato dagli «scalatori», molto tecnico con curve veloci, dove è fondamentale seguire una efficace traiettoria, che si alternano a tornanti e tratti più stretti e lenti.

Facile il raggiungimento dei punti più spettacolari per il pubblico, grazie alle molte strade secondarie. Una corsa impegnativa ed affascinante, che da sempre attira migliaia di spettatori affezionati all’appuntamento sportivo, incastonato in un territorio ricco di cultura e tradizione.

Alle 9 di domani, con diretta TV su Video Regione, il direttore di gara Alessandro Battaglia darà il via alla prima delle due manche in programma. Al termine della corsa è prevista la cerimonia di premiazione nella Sala Sciascia al centro di Chiaramente Gulfi, località famosa per i suoi musei e sede del traguardo. Servizi sulla corsa siciliana saranno trasmessi nella settimana successiva all’evento su RAI Sport Sat, Nuvolari e Sport Italia.

Tutto esaurito nell’elenco iscritti del sedicesimo appuntamento della serie tricolore cadetta, a conferma del grande fermento che anima la velocità in salita. Sono 32 i prototipi iscritti, tra i quali nella classe regina, quella fino a 3000 del gruppo CN spicca il nome del locale più volte vincitore della corsa Giovanni Cassibba al volante della Osella PA 20/S con motore BMW, con la quale ha vinto recentemente la Giarre Milo ed salito sul terzo gradino del podio in Calabria lo scorso fine settimana.

Vetture uguali per i trapanesi Rocco aiuto e Vncenzo Conticelli ed il calabrese Antonio Iaria, reduce da una piazza d’onore ottenuta la scorsa settimana, mentre l’ennese di Centuripe Angelo Palazzo piloterà una GISA BMW. Tra le cilindrate fino a 2500 cc., attenzione sul nisseno Giuseppe D’Anca al volante di un’Osella PA 20 e l’esperto pilota di vetture turismo agrigentino di Canicattì, Luigi Di Natali che si cimenterà con una GISA.

Nell’accesa classe 2000, quella da qualche anno divenuta protagonista delle sfide di vertice, riflettori puntati sul giovane agrigentino di Favara Luigi Bruccoleri, ormai matematicamente sul podio della massima serie tricolore, dove ha replicato i successi del 2004 e 2005, che sarà al via con la veloce Osella PA 21/S. Diretto rivale l’esperto trapanese Andrea Raiti al volante di una vettura gemella. Nella stessa classe è presente il costruttore e pilota catanese Salvatore Giardina con la nuova GISA ultima creazione, oltre al messinese Salvatore Camarda su Osella.

Tra i prototipi di gruppo E/2 a normativa europea, svettano i nomi del catanese Giuseppe Distefano su GISA motorizzata Alfa Romeo da 3000 cc., del catanese Freeway su Osella PA 20, del locale Orazio Marinelli su GISA ? Renault e del trapanese Salvatore Anelli su Osella PA 21/S.

In gruppo E1, quello riservato alle ruote coperte appositamente sviluppate per le salite, in classe 3000 riflettori puntati sulla Mercedes 190 proveniente dal DTM dell’esperto tedesco Roland Asch, sulle due Renault Clio V6 DEL LOCALE Giuseppe Marinelli e del catanese Cateno Castorina. Seconda uscita in una gara di velocità montagna per il diciottenne locale figlio d’arte e proveniente dai kart Samuele Cassibba, a cui è stata affidata la BMW 330 D, alimentata a gasolio e vincitrice della 6 ore di Pergusa nel 2004. Nella classe fino a 2000 si propongono come primi attori il catanese «Iver» con la sua Renault Clio Cup, vettura uguale per il locale plurititolato Raffaele Gurrieri che ha raccolto numerosi successi sui circuiti, come l’altro pistaiolo agrigentino, anch’egli figlio d’arte, Francesco Di Natali che disporrarà di una BMW 320.
I
n gruppo A tra gli altri, particolare attenzione per il nisseno Roberto Lombardo al volante della Renault Megane Cup che cura in proprio, il trapanese Diego Milotta con la Peugeot 106 1.6 16V ed il salernitano Francesco Paolo Cicalese su Peugeot 106 Rallye di preparazione D’Antuono, già campione italiano classe A1400 in C.I.V.M., che ha vinto tutte le gare alle quali ha preso parte.

Nella classe 3000, la regina del gruppo N, figura l’Alfa 155 Q4 di Giuseppe Conte, mentre nell’affollata classe 2000 sfida di vertice annunciata tra il veloce trapanese Vincenzo Mazzara su Renault Clio Williams, come il locale Giuseppe D’Izzia, versione RS per l’aggressivo catanese Michele Alba. Agonismo assicurato nelle affollate classi 1600 e 1400 del gruppo N, dove figurano i nomi del nisseno Calogero Lombardo, e Giancarlo Santaera, entrambi con le Citroen Saxo, Massimo Cimbali, Giovanni e Vito D’Avola con le Peugeot 106 1.6.
Emozioni per tutti i gusti alla 50^ Coppa Monti Iblei con la presenza in gara delle vetture di scaduta omologazione, le nervose Minicar e le affascinanti Autostoriche.