Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 945
CHIARAMONTE GULFI - 19/04/2015
Sport - Ciclismo: ha dominato la gara con una media di 35km/h in due ore

Andrea Colledoro vince 63ma coppa "Maria SS. di Gulfi"

Organizzata dall’Associazione Ciclistica Chiaramontana ha avuto come protagonisti 56 ragazzi Foto Corrierediragusa.it

È il portacolori del team Fosco-Bessi di Calenzano, Andrea Collodoro, 17 anni, (nella foto) a vincere la 63ma Coppa ciclistica "Maria SS. Di Gulfi". La classica per eccellenza del ciclismo dilettantistico siciliano, riservato alla categoria juniores. Il velocista gelese ha dominato la gara al termine di una corsa di 115 km alla velocità di 35 km/h con un tempo di percorrenza di 3 ore e 2 secondi. Con 54 secondi di distacco, si è piazzato al secondo posto Marco D´Agostino del team Grosseto G. Mazzei, seguito da Francesco Giaimo del team Petrignano-Almo.

La competizione sportiva, organizzata dall´Associazione Ciclistica Chiaramontana e diretta da Salvatore Occhipinti, ha avuto come protagonisti 56 ragazzi provenienti da tutta Italia. Un percorso difficile ed entusiasmante che si è snodato fra le varie contrade del chiaramontano, dove Collodoro in fuga già dal primo giro e mezzo insieme al compagno Francesco Romano hanno animato la gara. È stato ai piedi del monte Arcibessi dove Collodoro ha capito che era il momento giusto per sferrare l´attacco. Così è stata la sua pedalata possente che lo ha portato tutto solo al traguardo di Corso Umberto. Per il vincitore questa è la sua seconda gara della stagione, dopo Floridia dove si è piazzato al quarto posto.

Ancora una volta questa classica del ciclismo è riuscita a coinvolgere un gran numero di appassionati che hanno seguito con partecipazione le varie fasi della manifestazione.