Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 664
CHIARAMONTE GULFI - 05/10/2014
Sport - Gara rovinata dalla pioggia ma ricca di adrenalina

"Monti Iblei" sospesa per maltempo: vince il catanese Cubeda

Solo settimo il comisano Cassibba
Foto CorrierediRagusa.it

Dopo le prove di sabato rovinate dalla pioggia con il doppio incidente occorso ai piloti Spoto e Cassibba, per fortuna rimasti incolumi, anche la gara della 57ma "Salita dei monti iblei"è stata caratterizzata dal maltempo. A più della metà della seconda manche, sul tracciato di gara si è abbattuta una violentissima tromba d´aria accompagnata da raffiche di pioggia, che ha costretto il direttore di corsa, Alessandro Battaglia a mettere la parola fine alla gara. La direzione ha così deciso che l´unica prova valida delle due previste, per decretare i vincitori sarebbe stata la prima. Discorso diverso per il raggruppamento "Autostoriche" le cui vetture sono riuscite a concludere regolarmente le due manche.

Alla luce di questa scelta è stato il catanese Domenico Cubeda con la sua Osella PA 2000 Honda (foto) a vincere la competizione, valida per il "Trofeo italiano velocità montagna", con un tempo di tutto rispetto di 2.33.48 (media Kmh 129). Il portacolore dell´omonima scuderia (Cubeda Corse) ha avuto la soddisfazione di mettere alle sue spalle il giovane cosentino, Domenico Scola staccato di solo 28 centesimi (2.33.76). Non vi è dubbio che fra i due sarebbe stata un´autentica battaglia, se non ci fosse stato nella seconda manche il cattivo tempo di mezzo, visto che il giovane Scola non aveva nascosto l´intenzione di replicare la vittoria ottenuta su questi tornanti nel 2012. Terzo in classifica, il trapanese Vincenzo Conticelli con la sua performante Osella PA 30 Zytec con il tempo di 2.39.94. Quarto in classifica, il trapanese, Giuseppe Castiglione alla guida di una Master Tatuus Honda (2.43.12), seguito dal giovane Francesco Conticelli (2.43.69).

Invece il comisano, Giovanni Cassibba è solo settimo (2.47.62), preceduto per 16 centesimi di secondo da Carmelo Scaramozzino con la sua Lola Dome Honda. Il protagonista assoluto della categoria "Autostoriche" portando a casa il trofeo "Coppa Monti Iblei" per autostoriche è stato, secondo previsione, Totò Riolo, grande personaggio dell´automobilismo nazionale ed europeo. Dopo una prima manche tirata ma non troppo (2.52.04), la sua Stenger Osella 861 ha chiuso la salita nella seconda prova con il tempo di 2.47.02 (tempo complessivo 5.39.06 alla media di 116,8 Kmh).

Alle sue spalle il grintoso Giuseppe Barbagallo con una Renault 5 GT turbo, staccato di oltre un minuto e dieci secondi. Nella categoria E3 si è imposto con la sua Autobianchi A112 Ab Giovanni Compagnino (3.20.14), seguito dal comisano Olindo Cassibba, mentre tra le Minicar a conquistare il trofeo "Memorial Piero Lavazza"è stato Daniele Portale con la sua Fiat 126. Nella prima manche da registrare ben tre incidenti, senza nessuna conseguenza per i piloti. Una 57ma edizione, sicuramente conclusasi prima del previsto ma non per questo priva di adrenalina che è riuscita a tenere con il fiato sospeso e ad entusiasmare il pubblico presente.