Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1194
CHIARAMONTE GULFI - 04/10/2014
Sport - La pioggia ha causato un incidente che poteva avere esiti drammatici

Incidente alle prove della "Monti Iblei": tragedia sfiorata

Coinvolti i piloti Spoto e Cassibba Foto Corrierediragusa.it

Le prove ufficiali di questa 57ma "Salita dei Monti Iblei", hanno avuto come unica e vera protagonista la pioggia. Per tutta la prima manche infatti il tracciato di gara è stato interessato da una pioggerella che ha compromesso le prove. Stesso identico scenario nella fase conclusiva della seconda manche, quando la pioggia ha costretto i piloti a non osare. Basta dare un´occhiata alla classifica della seconda manche per capire come sono andate le cose. La prima Osella in classica generale è solo sesta, parliamo della splendida Osella PA 2000 Honda del calabrese Domenico Scola che ha fermato il cronometro sul tempo di 3.25.79. A oltre 5 secondi di distacco dalla Renault Clio del catanese Salvatore D´Amico (primo nella seconda manche con il tempo di 3.20.84), il tempo registrato da D´amico infatti è stato il migliore delle prove ufficiali. Alle sue spalle a 7 centesimi di distacco un´altra Renault 5 GT T, di Sebastiano Vattiano. Bisogna scendere al nono posto per trovare un altro prototipo, Domenico Cubeda con la sua Osella PA 2000 Honda che ha dovuto accontentarsi del modesto tempo di 3.26.98. Tredicesima piazza per la Radical Prosp Kawasaki di Giuseppe Spoto. Egli alla fine della seconda manche è stato vittima di un incredibile incidente.

Spoto, dopo aver varcato la linea del traguardo, perde il controllo del bolide e sbanda, per fortuna senza gravi conseguenze. L´auto viene fatta parcheggiare sul lato sinistro della carreggiata. Due vetture dopo, sopraggiunge Giovanni Cassibba che non controllando la sua CLW Mugen sale sulla vettura di Spoto, fortunatamente solo per questioni di minuti Spoto era uscito da poco dal suo abitacolo, evitandosi così, una possibile tragedia. Nella categoria autostoriche dopo il forfait della prima manche a causa della pioggia, Totò Riolo si è imposto su tutti con la sua Stenger Osella 861 con un tempo di 3.42.63, alle sue spalle staccato di circa 8 secondi Antonio Piazza con una BMW 2002. Notevole anche la prova di Matteo Adragna al volante della sua splendida Porsche Carrera 911RS. Tra le minicar il miglio tempo nella seconda manche è quello di Daniele Portale con la sua Fiat 126 (4.01.16) che è riuscito a dare ben 9 secondi di distacco a Leonardo Semeraro su Fiat 500.

Nel gruppo E3 il chiaramontano Vito Lucenti con la sua Renault 5GT.T ancora una volta l´ha fatta da padrone. Il suo tempo in prova è di tutto prestigio (3.39.15) seguito da Antonio Lo Nigro sempre su Renault 5 GT T a 3.42.38. Domani con la speranza che la pioggia dia un po´ di tregua, alle 9.30 prenderà ufficialmente il via la 57a "Salita dei Monti Iblei", sotto la direzione dell´esperto internazionale ennese Alessandro Battaglia. I concorrenti saranno nel pomeriggio, premiati dagli organizzatori, presso la Sala Sciascia (Team Palikè Palermo in testa).

IL RITORNO DELLA "SALITA MONTI IBLEI" DOPO L´ANNO SABBATICO
Dopo un anno di stallo, domenica 5 ottobre si accenderanno nuovamente i motori con il ritorno della famosissima "Salita dei Monti Iblei". Presso l´aula consiliare è stato presentato il programma di questa 57ma edizione, alla presenza del Sindaco Vito Fornaro, dell´Assessore allo Sport Alessandro Cascone e del vero motore propulsore della manifestazione, l´Associazione Pro Monti Iblei (presieduta da Elga Alescio) e dal Team Palikè Palermo (rappresentato da Nicola Cirrito, instancabile organizzatore di questo tipo di manifestazioni). Saranno 156 i partecipanti alla gara provenienti da tutta Italia e non solo, infatti a dare internazionalità all´evento sarà la presenza di due piloti della vicina Repubblica di Malta, ossia David Anastasi (su Mini cooper Honda) e Chris Tanti ( su Ford Escort Rs), entrambi per la Catania corse.

La gara è stata divisa in due categorie, la prima vedrà 121 vetture in lotta per il Trofeo Italiano Velocità Montagna (Tivm), la seconda categoria invece avrà come protagonisti 34 bolidi schierati per la Coppa Monti Iblei Autostoriche, tra i quali spicca l´asso cardese Totò Riolo con la spettacolare Stenger Bmw (vincitore di tre tappe Florio e recente vincitore del leggendario Rally Elba Storico). Nella prova riservata al Tivm, i riflettori sono invece puntati su Domenico Cubeda al volante della potente Osella PA 2000 Evo Honda, sul ventenne Domenico Scola (vincitore dell´ultima edizione della Monti Iblei) che guiderà un´altra Osella PA 2000 Evo Honda, su Vincenzo Conticelli con la sua Osella PA 30 Zytek, su un veterano della gara Gianni Cassibba alla guida della Clw Wolf GB08 Mugen e su un altro giovanissimo Giuseppe Castiglione alla guida di una Master Tatuus Honda.

La 57a "Salita dei Monti Iblei" assegnerà inoltre per la prima volta il trofeo "Piero Lavazza", in nome e in ricordo del preparatore automobilistico torinese per vetture fino a 700cc, scomparso il 26 settembre scorso. Il "Memorial Piero Lavazza" verrà pertanto attribuito al pilota alla guida di una vettura di bassa cilindrata che segnerà il miglior tempo.

Inoltre ha dare lustro alla manifestazione saranno la presenza di due Ferrari e di una Lamborghini Gallardo, oltre alla partecipazione di una donna Alessia Sinatra che sarà l´unico alfiere per il "gentil sesso" in gara con la Radical SR4 Suzuki della Catania Corse. L´Amministrazione, con a capo il sindaco Vito Fornaro, si dice soddisfatta per quanto fatto e per aver ridato grazie alla sensibilità del Consiglio Comunale, alla collaborazione e all´impegno del Team Panikè e dell´Associazione Pro Monti Iblei ai cittadini una delle manifestazioni più importanti della storia e della tradizione chiaramontana.

Un lavoro faticoso e scrupoloso che vede impegnati numerosi appassionati. Un successo al di sopra delle aspettative dovuto al numero cospicuo di partecipanti, come ha ricordato il Presidente dell´Associazione Pro Monti Iblei, Elga Alescio che trova riscontro con il tutto pieno fra le strutture alberghiere, b&b e case private. Saranno tre giorni all´insegna dello sport per il piccolo paese montano che si sta adoperando al meglio per rendere il più piacevole possibile ai tanti appassionati la 57a "Salita dei Monti Iblei".