Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 20 Novembre 2017 - Aggiornato alle 16:15 - Lettori online 1110
CHIARAMONTE GULFI - 24/08/2017
Sport - Automobilismo: si corre domenica sui tornanti della Provinciale 7 da Roccazzo a Chiaramonte

Salita Monti Iblei, iscrizioni record. Cubeda favorito

La corsa è valida per il Tivm Sud 2017, il Trofeo italiano velocità montagna Foto Corrierediragusa.it

Si corre domenica la 60ma Salita Monti Iblei. Sui 5.500 km della provinciale 7 da Roccazzo a Chiaramonte si daranno battaglia 212 autovetture impegnate nelle varie categorie in una delle cronoscalate più impegnative di Sicilia. Il record di iscritti dello scorso anno, 205, è stato superato e l’edizione 2017 ha tutte le premesse per soddisfare l’interesse di sportivi e non. Il risultato finale è incerto ma il grande favorito per la vittoria assoluta sembra essere ancora una volta il catanese Domenico Cubeda (foto), già vincitore di tre edizioni consecutive della «classica» chiaramontana, dal 2014 al 2016 (di cui l’ultima a suon di record del tracciato). Il portacolori della Cubeda Corse, riposta in garage la gloriosa Osella PA2000 Honda, è passato da oramai quattro gare al volante della più performante e competitiva Osella FA 30 Zytek, preparata da Paco74 Corse per la parte telaistica e da Renato Armaroli per quanto concerne invece il poderoso motore da 3000 c.c. Alla vittoria aspirano anche l’Osella PA 30 Zytek del marsalese Vincenzo Conticelli e l’altra Osella PA2000 del figlio Francesco, rispettivamente sul secondo e terzo gradino del podio lo scorso anno. Un posto tra i «grandi» di questa Monti Iblei, almeno sulla carta, lo reclamano il comisano Samuele Cassibba (Tatuus) ed il catanese Luca Caruso (Radical). Lotta accesissima in tutti i gruppi e le classi, con ben 26 attesissime Bicilindriche (Fiat 500 e Fiat 126) a battagliare per la vittoria. Numerosi, come da copione, i piloti locali. Tra le Autostoriche spicca la presenza della rarissima e potente Stenger Bmw del pilota-preparatore palermitano Ciro Barbaccia.

La manifestazione motoristica che si avvale del fondamentale contributo e del sostegno logistico del Comune di Chiaramonte è valida per il Tivm Sud 2017, il Trofeo italiano velocità montagna (del quale costituisce la 9a prova stagionale). Altrettanto importanti le valenze per il Campionato siciliano Velocità in salita AciSport 2017 (si tratta della terza tappa in calendario) e per lo Challenge AssoMinicar Salita (approdato all’ottava prova stagionale). All’interno della Salita Monti Iblei si corre anche per il Campionato siciliano Salita Autostoriche AciSport 2017, di cui costituisce il quarto appuntamento dell’anno. La ripartizione tra le due competizioni vede 166 piloti presenti tra le Moderne, nella gara riservata al Tivm Sud e altri 46 tra le «Ancienne», per un totale, appunto di 212 unità.

Tra le tante curiosità statistiche, a far la parte del «leone», per numero di presenze in gara, saranno le divertenti vetture Bicilindriche, ben 26 «pepate» Fiat 500 e Fiat 126, 23 delle quali iscritte nella selettiva classe 700 del gruppo 5. Assente il vincitore dello scorso anno, il catanese Andrea Currenti, ad animare in modo ulteriore la categoria saranno altri piloti etnei, Antonino Longo, Daniele Portale, Orazio Laudani (tutti a nome di Cubeda Corse), Pippo Marino, Marco Monaco (per la Catania Corse) e Salvatore Sotera (Giarre Corse), nonché il preparatore messinese Nino Cardillo (Catania Corse) ed il «veterano» agrigentino (originario di Sciacca) Calogero Carlino.