Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 713
CATANIA - 08/10/2011
Sport - Il presidente del Senato ha aperto la manifestazione, poi lo spettacolo "Dalla terra al fuoco"

Via ai Mondiali di Scherma 2011, siciliani in prima linea

Il modicano Giorgio Avola in odore di medaglia insieme al siracusano Cassarà

In una piazza Università gremita in ogni angolo il presidente del Senato Renato Shifani ha aperto i Campionati mondiali di Scherma 2011. Schifani ha rivolto così il suo saluto ad atleti e dirigenti: «Prima di proclamare l´apertura dei giochi voglio ringraziare questo grandissimo pubblico e assicurare i massimi dirigenti della scherma che Catania sapra´ dare una grandissima risposta a questo grandissimo evento, ne sono certo, con l´augurio e la certezza che questi giochi porteranno pace, solidarieta´ e fratellanza a tutti i popoli della terra. Ho l´onore di dichiarare L´apertura dei Campionati mondiali di Scherma 2011».

Il presidente della Federazione Italiana Scherma, Giorgio Scarso, ha sottolineato come l´organizzazione del Mondiale sia "una grande responsabilità perche´ si è osservati dal mondo intero. Dal punto di vista sportivo spero in almeno sette medaglie". A Catania sono presenti 118 federazioni con più di 1300 gli atleti presenti e oltre 25mila presenze; 120 i giornalisti fino ad oggi accreditati.

Per Catania e per l´intera Sicilia si tratta di un "evento di grandissimo rilievo che valorizzerà l´intero territorio". Lo spettacolo "Dalla Terra al Fuoco", coreografato da Roberto Zappalà per la regia di Guglielmo Ferro, ha caratterizzato la cerimonia di apertura subito dopo il messaggio del presidente della Federazione Internazionale scherma Alisher Usmanov.

Dal punto di vista tecnico sono ben cinque gli atleti siciliani aspiranti ad una medaglia; a cominciare dal modicano Giorgio Avola che spera di bissare la medaglia d’oro di Sheffield, Stefano Barrera di Siracusa, entrambi fiorettisti, Enrico Garozzo e Paolo Pizzo , spadisti, e Rossella Flamingo, classe 91’, considerata tra le stelle nascenti della scherma mondiale. Da oggi si comincia a tirare sulle pedane del Palaghiaccio ed i campionati entreranno nel vivo da metà settimana.