Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 14:58 - Lettori online 981
VITTORIA - 03/08/2014
Spettacoli - Ieri la seconda serata della tre giorni jazzistica

Jazz Festival on the beach, manifestazione apprezzata

Stasera si esibiranno i Leandro Saint – Hill Colectivo
Foto CorrierediRagusa.it

Si conclude stasera, sulla spiaggia della Lanterna (il Faro) l’on the beach’ del Vittoria Jazz Festival. Una vera e propria novità rispetto alle precedenti edizioni che si sono svolte in piazza Enriquez nel mese di giugno.

Stili e ambiente completamente diversi rispetto alla manifestazione che si svolge a Vittoria, ma sempre accattivanti e pieni di grande fascino. Come lo stile variegato dei Funky Mama, che si sono presentati in camicia bianca e cravatta nera. Un jazz contaminato il loro, con incursioni provenienti dal funk e dai ritmi afro – caraibici affidati ad una sezione percussioni eccellente.

L’inizio del concerto è affidato a quattro brani originali del gruppo, mezzo romano e mezzo di Brindisi (l’idea di un gruppo afro – funk è stata partorita nel 2010 da Andrea Del Vecchio e Attilio Errico Agnello, entrambi della città salentina). Zampanò, Waking Up e poi ancora Snap, brano appartenente al secondo album della band, un lavoro discografico al quale il gruppo sta lavorando e che non ha ancora un titolo definitivo. E poi Ottobre, nata frugando nella stazione centrale, o meglio come dicono loro «nelle stazioni centrali di tutte le città d’Italia».

Dopo diverse sperimentazioni nell’organico della band, finalmente i FunkY Mama hanno trovato la propria dimensione nella composizione con la quale si sono esibiti ieri: Andrea Del Vecchio alla batteria e alle percussioni, Antonio Pirrò al basso, Simone Colasanti al piano e organo, alla sezione fiati Attilio Errico Agnello (sax tenore) e poi i fratelli gemelli Gioia: Carlo al sax baritono/contralto e Pietro alla tromba.

Sabato sera è stata la volta dei Leandro Saint – Hill Colectivo, prospettiva cosmopolita della musica attuale. ‘Son my soul’ è l’album di debutto della band, espressione di quella che sono le caratteristiche stilistiche del gruppo: dieci brani che spaziano all’interno di una grande varietà di generi musicali per una completezza inimmaginabile. In questo progetto, Leandro Saint - Hill, band leader è supportato da musicisti eccezionali: Jonas Mo Da Silva (sax contralto, flauto, lead vocal), Matthaus Winnizky (piano elettrico, back vocal), Arnd Geise (basso elettrico), Heinz Lichius (batteria, back vocal).