Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1077
MODICA - 19/03/2009
Spettacoli - Modica: lo spettacolo del giovane regista palermitano Alfio Scuderi

«9 Maggio 1978 – Niente fu più come prima»

Stasera al teatro comunale "Garibaldi" Foto Corrierediragusa.it

«Si dice che ogni americano sappia cosa faceva e dov’era quando ha saputo dell’assassinio di John Kennedy. Io so dov’ero e cosa facevo quando hanno rapito Aldo Moro»: così il giovane regista palermitano Alfio Scuderi presenta il suo spettacolo «9 Maggio 1978 – Niente fu più come prima», in programma il 18 e il 19 Marzo al Teatro Garibaldi di Modica, nell’ambito della Stagione 2009 diretta da Andrea Tidona e Giorgio Pace.

«È dai ricordi di quei giorni – spiega ancora Scuderi- che parte il nostro racconto, un percorso fatto d’immagini e suggestioni, di musica e parole, di emozioni e di memorie. Da quel 16 marzo, giorno del rapimento dell’onorevole Moro, al 9 maggio 1978, giorno in cui, quasi contemporaneamente, si consumano gli omicidi di Peppino Impastato e dello stesso Aldo Moro. Il teatro lascia così il posto ai ricordi, agli stati d’animo di quei giorni, di gente comune, di intellettuali, di militanti, di politici».

E per approfondire le tematiche legate a quella «notte buia dello Stato italiano», la Direzione Artistica della Stagione ha voluto ancora una volta organizzare una conversazione pomeridiana aperta al pubblico che si terrà giovedì 19 marzo 2009 alle ore 18.00 nella platea del Teatro Garibaldi. All’incontro parteciperanno il regista Alfio Scuderi e gli attori Paolo Briguglia e Andrea Tidona, già interpreti di Giovanni Impastato e Stefano Venuti nel film «I cento Passi» di Marco Tullio Giordana. Si tratterà di una occasione di dibattito aperto sull’antimafia, sulla libertà di informazione, sul ruolo della letteratura, del teatro e del cinema nell’analisi e nel racconto dei fatti del 9 maggio 1978.