Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 23 Settembre 2018 - Aggiornato alle 20:53
MODICA - 20/02/2018
Spettacoli - Applaudito concerto davanti ad un numeroso pubblico

Associazione Mozart si è presentata al "Garibaldi"

La sezione modicana ha come presidente Anna Spoto, direttore artistico Cristina Zago Foto Corrierediragusa.it

L’associazione Mozart si è presentata con un affollato concerto al teatro Garibaldi (foto).E’ stato Massimo Barone, ad impersonare Amadeus in tutto identico nell’abbigliamento e con la sua parrucca candida, a raccontare il viaggio immaginario da Napoli (città italiana più a sud effettivamente visitata da Mozart) a Modica in parte traendo spunto per la permanenza a Napoli, dalle lettere mozartiane ed in parte, in riferimento all’immaginario, recitando un testo scritto per l’occasione da Antonio Sottile, pianista e musicologo. Proiettato in apertura un video di Salisburgo città natale di Amadeus.

Ad aprire la parte musicale sono stati i bambini del «Coro dei Monti Iblei che, diretti dalla Maestra Gianna Rizza e accompagnati al pianoforte dal Maestro Francesco Drago, hanno aperto con «Alleluja», brano composto da Mozart all’età di 12 anni. Il percorso musicale aperto dal coro è proseguito sostenuto da «I Solisti dell’Orchestra da Camera di Messina», formato da Antero Arena, Violino I, Joseph Arena, Violino II, Rosanna Pianotti, Viola, Mirko Raffone, Violoncello, Daniele Arena, Contrabbasso, Maria Assunta Munafò, Clavicembalo. Accompagnati al pianoforte dal Maestro Francesco Drago hanno poi cantato il baritono Salvo Di Salvo, la soprano Lara Leonardi e la soprano Gaia Gallitto. Non poteva mancare, in una serata mozartiana il Concerto per Clavicembalo «Lutzow» seguito da applausi prolungati e convinti. A reggere le fila della serata è stata la presidente dell’AMI Sede di Modica Anna Maria Spoto, coadiuvata da conduttrice Cristina Zago, direttrice artistica dell’AMI Sede di Modica che ha introdotto il pubblico in sala nel cuore delle varie esecuzioni illustrandone sobriamente le caratteristiche.

«Forti di questa prima esperienza apprezzata, come ci è parso, dal pubblico – ha commentato Anna Maria Spoto alla fine della serata- torneremo a costruire dei momenti che stimolino desiderio di conoscenza creando, quindi, consapevolezza».