Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 774
MODICA - 20/05/2012
Spettacoli - Ha chiuso il cartellone della musica con il concerto di John Taylor

Il sovrintendente Pace: "E´ stata una stagione magnifica"

Stefano Bollani, Uri Caine, Bill Carrothers tra gli artisti ospitati al "Garibaldi"
Foto CorrierediRagusa.it

Chiude la stagione della musica al Garibaldi ed il sovrintendente promette un cartellone 2013 ancor più qualificato. Lo ha detto Giorgio Pace (nella foto) a conclusione del concerto di John Taylor e Diana Torto al numeroso pubblico presente in sala. «E’ stata una magnifica stagione – ha detto Pace salendo sul palcoscenico – e ringrazio tutti voi per il successo che ci avete tributato».

John Taylor ha suonato insieme a Palle Dannielson al contrabbasso e Francesco Sotgiu alla batteria, con Diana Torto vocalist d’eccezione. Il pianista britannico ha eseguito brani di Kenny Wheeler come «Kind Folk», «Everybody song but my own», «Canter n. 1», «Mark time». Tra uno e l’altro, qualche intermezzo firmato dalla Torto, come «Mis(s)tango», e dello stesso Taylor, come «Beetween Moons», entrambe inseriti nel loro album «Triangoli».

John Taylor ha senza dubbio affermato la propria autorevolezza sul palcoscenico e intorno a lui si è costruito l’intero concerto, sebbene la formazione, ormai consolidata sotto il nome di «Nea Quartet», dimostri una notevole capacità di interplay.

Non a caso John Taylor, tra i migliori della scena del panorama musicale contemporaneo, è stato scelto dalla Fondazione Teatro Garibaldi per chiudere una Stagione interamente dedicata al piano jazz che, dopo la grande apertura con Stefano Bollani a dicembre, ha portato sul palcoscenico del Garibaldi anche artisti del calibro di Uri Caine e Bill Carrothers.