Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:06 - Lettori online 888
CATANIA - 25/10/2012
Spettacoli - Al Bellini di Catania l’opera buffa di Gioacchino Rossini

I talenti lirici siciliani ne «L’italiana in Algeri»

Sotto la regia del noto conduttore Michele Mirabella si fanno apprezzare giovani artisti emergenti siciliani
Foto CorrierediRagusa.it

«L’italiana in Algeri», opera di Gioacchino Rossini, è il penultimo titolo della Stagione Lirica 2012 del Teatro Massimo Bellini di Catania. Debutterà il 26 ottobre con protagonisti d’eccellenza come «l’istrionico» Simone Alaimo nei panni di Mustafà; il mezzosoprano Manuela Custer (Isabella) il tenore Daniele Zanfardino con la regia del popolare conduttore Michele Mirabella molto apprezzato anche come regista d’opera. L’orchestra sarà diretta dal maestro Giuseppe La Malfa.

Personaggi e interpreti sono: Simone Alaimo è Mustafà; Elvira è interpretata da Sonia Peruzzo; Loredana Megna (foto) veste i panni di Zulma; Haly, Salvo Todaro; Lindoro interpretato da Daniele Zanfardino e Federico Lepre; Isabella, Manuela Custer e Antonella Colaianni; Taddeo, Clemente Antonio Daliotti e Giuseppe Esposito.

L’opera buffa scritta da Gioacchino Rossini ad appena 21 anni, trae spunto da una vicenda realmente accaduta: una donna milanese rapita dai corsari all’inizio dell’800 poi portata in un harem di Algeri e ritornata in Italia.