Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:15 - Lettori online 1050
TRAPANI - 19/10/2007
Sicilia - Il 6 agosto del 2005 davanti alla costa palermitana vi morirono 16 persone

Disastro Atr 72: procura chiede rinvio a giudizio per 9 indagati

Sono accusati, a vario titolo, di disastro colposo, omicidio plurimo colposo e lesioni colpose gravissime Foto Corrierediragusa.it

Palermo - La Procura di Palermo ha chiesto il rinvio a giudizio per i 9 indagati per il disastro dell´areo Atr 72 avvenuto il 6 agosto del 2005 davanti alla costa di Palermo ( nella foto) e in cui morirono 16 persone.

I pm Marzia Sabella ed Emanuele Ravaglioli, che coordinano l´inchiesta sull´ammaraggio del velivolo della compagnia tunisina ´Tuninter´ hanno chiesto il processo per il pilota e il copilota dell´aereo, rispettivamente Chefik Gharbi e Ali´ Kebair, ma anche del direttore della ´Tuninter´ Monchf Zouari per il direttore tecnico Ben Abdelaziz Chtouane, per il responsabile del reparto di manutenzione Zouehir Siala, per i capisquadra Foued Rouissi e Ben Jemia Lotfi, per il meccanico Nebil Ben Ali´ Chahed e per il responsabile della squadra di manutenzione Abel Rhouma.

I nove sono accusati, a vario titolo, di disastro colposo, omicidio plurimo colposo e lesioni colpose gravissime.

Nella richiesta di rinvio a giudizio e´ stato ricostruito l´incidente aereo che, secondo il pm, e´ stato causato da errori umani. Quella volta, i motori dell´aereo, decollato da Bari e diretto a Djerba, in Tunisia, si erano fermati all´improvviso, davanti alle coste siciliane perche´ a secco, ma nessuno si era accorto di nulla perche´ sul velivolo erano stati montati degli indicatori di carburante diversi da quelli dell´Atr 72.

Spetta adesso al giudice per le indagini preliminari decidere se accogliere le richieste di rinvio a giudizio dei due pm.