Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1147
TRAPANI - 17/10/2007
Sicilia - Fu la vendetta di Cosa Nostra contro due ’cani sciolti’

Uccisi perchè imposero pizzo
all´insaputa dei boss:due arresti

Nel luglio del 1995 Simone Di Stefano, 17 anni, e di Claudio Salvatore Casciana, 22, furono torturati, strangolati e finiti con numerosi colpi d’arma da fuoco Foto Corrierediragusa.it

Gela - Avevano deciso di chiedere il ´pizzo´ ai commercianti di Gela senza prima chiedere l´autorizzazione a Cosa nostra, e per questo furono puniti con la morte. Adesso, a distanza di dodici anni, i killer dei due giovanissimi, sono stati individuati e arrestati dalla Polizia.

Si tratta dei presunti autori dell´omicidio commesso l´l1 luglio 1995 di Simone Di Stefano, 17 anni, e di Claudio Salvatore Casciana, 22 anni, torturati, strangolati e poi uccisi con numerosi colpi d´arma da fuoco.

Gli arresti, nell´ambito dell´"Operazione Nemesi", sono stati eseguiti nella notte dalla Squadra Mobile di Caltanissetta e dal commissariato di Gela, con il coordinamento esecutivo della Direzione centrale Anticrimine della Polizia di Stato.

I provvedimenti di custodia cautelare sono stati firmati dal gip del Tribunale di Caltanissetta, Giovanbattista Tona, su richiesta del procuratore Renato Di Natale e del sostituto Antonino Patti. I killer sono accusati di duplice omicidio pluriaggravato.