Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 793
TRAPANI - 17/10/2008
Sicilia - Catania - L’unica illuminazione è quella delle insegne dei negozi

Catania resta al buio a causa dei debiti

21 milioni di euro i crediti vantati dall’Ati per la manutenzione Foto Corrierediragusa.it

Sono ancora al buio diverse zone di Catania, dove la sera l´unica illuminazione presente è quella delle insegne dei negozi.

Non è un black out disposto dall´Enel, visto che l´erogazione dell´energia elettrica non è stata mai interrotta, ma legato al mancato pagamento all´Associazione temporanea di impresa addetta alla riparazione dei guasti che da 30 mesi non è pagata.

Complessivamente sono 21 milioni di euro i crediti vantati dall´Ati, di cui fanno parte Simei (con il 30% della quota), Enel Sole (35%), Cogei (33%) e Siram (2%). L´Ati ha vinto la gara d´appalto il 1 gennaio del 2003 e il contratto scadrà il prossimo 31 dicembre.

Dopo avere ricevuto la conferma del finanziamento di 140 milioni di euro da parte del Cipe, approvato poi in sede di Consiglio dei ministri, al Comune di Catania era stato trovato un accordo che prevedeva il versamento all´Ati di 1 milione di euro, altri due entro il 30 novembre prossimo, 8 milioni entro la fine dell´anno e i restanti 10 milioni prima del 30 settembre del 2009. Ma da soci dell´Ati si apprende che nessun pagamento è stato ancora effettuato dall´amministrazione.

(Fonte: lasiciliaweb)