Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 977
TRAPANI - 31/12/2007
Sicilia - Il difensore chiede il trasferimento del suo assistito e annuncia conferenza stampa per mercoledì

Al Quirinale i documenti per la richiesta di grazia a Contrada

A consegnarli il legale dell’ex agente del Sisde: "Saranno utili per l’esame dell’istruttoria". Tra gli atti anche realzioni che dichiarano la sua pericolosità sociale"inesistente". Da Cossiga messaggio di solidarietà
Foto Corrierediragusa.it

Palermo - L´avvocato Giuseppe Lipera, legale di Bruno Contrada, l´ex 007 condannato a dieci anni per mafia, si è recato al Quirinale dove ha consegnato al consigliere Luigi D´Ambrosio, come ha confermato lo stesso penalista, alcuni documenti ritenuti "utili all´esame dell´istruttoria per la grazia" all´ex funzionario di Polizia. Tra i documenti consegnati, ci sono anche diverse relazioni della Questura sulla pericolosità sociale di Contrada dichiarata "inesistente".

Intanto, Lipera ha annunciato per dopodomani, 2 gennaio, una conferenza stampa a Roma.

In mattinata il difensore di Contrada aveva rivelato che sarebbe salito al Colle per informare Napolitano delle condizioni di salute del suo assistito. "Questa mattina alle undici andrò al Quirinale per chiedere di parlare con il Presidente della Repubblica sul caso di Bruno Contrada", aveva detto l´avv. Lipera precisando: " andrò al Quirinale per depositare dei documenti, ma anche per chiedere di essere ascoltato dal Capo dello Stato".

E ancora: "Voglio solo fare sapere quali sono le condizioni di salute del mio assistito. Contrada sta veramente male"

In nottata, lo stesso legale ha inviato un fax al magistrato di sorveglianza per chiedere il trasferimento di Contrada dall´ospedale Cardarelli di Napoli, dove è ricoverato nel reparto detenuti, all´ospedale militare del Celio di Roma.

Intanto, il presidente emerito Francesco Cossiga ha inviato una e-mail al legale di Contrada in cui esprime la sua solidarietà e chiede la grazia per l´ex 007. "Mi è arrivata una e-mail - ha detto - in cui c´e´ scritto ´Esprimo adesione alla grazia del dottor Contrada´ e null´altro". Sarebbero numerose le mail inviate al legale dei Contrada in cui si chiede la grazia per l´ex dirigente della Squadra mobile di Palermo.