Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1127
TRAPANI - 27/12/2007
Sicilia - L’ex funzionario del Sisde sta scontando 10 anni per concorso esterno in associazione mafiosa

Contrada: ´´Nessuno parli di me per sentito dire´´

L’ex 007, che sta scontando una condanna a dieci anni di carcere per mafia, fa una sorta di appello all’opinione pubblica, e non solo, affinché il tema della sua carcerazione e della richiesta di grazia non venga affrontato superficialmente. Il suo legale: ’’Peggiorate le sue condizioni: soffre di insonnia e non si alimenta’’
Foto Corrierediragusa.it



Catania - ´´Tutti coloro che, per qualsiasi motivo, vogliono dire qualcosa sulla mia vicenda giudiziaria, non parlino per sentito dire o sulla base di notizie dei mass-media, si informino, leggano gli atti dei processi, le sentenze, i motivi di appello, le memorie difensive, le testimonianze di più di 100 alti funzionari e ufficiali delle istituzioni dei corpi di Polizia´´.

E´ questo il testo del messaggio che oggi Bruno Contrada(nella foto) ha diffuso, tramite il suo legale, l´avvocato Giuseppe Lipera, dal carcere militare dove è detenuto. Si tratta di una sorta di appello all´opinione pubblica, e non solo, affinché il tema della sua carcerazione e della richiesta di grazia non venga affrontato superficialmente.

"Le condizioni di salute di Bruno Contrada si sono ulteriormente aggravate". Ha intanto fatto sapere il legale dell´ex funzionario del Sisde che nel carcere militare di Santa Maria Capua Vetere sta scontando una condanna a 10 anni per concorso esterno in associazione mafiosa. "Contrada soffre di insonnia malgrado sia sottoposto a farmaci calmanti - aggiunge Lipera - Non si alimenta perché ritiene che il vitto per i detenuti è incompatibile con il suo stato di diabete".

Per l´avvocato catanese ´´la situazione complessiva di Bruno Contrada sta degenerando e lui è molto provato". "E´ impensabile - conclude - che dopo 10 giorni dalla presentazione di una istanza per il deferimento pena, il magistrato di sorveglianza non si sia ancora pronunciato, né positivamente, né negativamente´´. Istanza sulla quale si sono innestate le polemiche di questi giorni al punto che ieri è intervenuto anche il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.