Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 860
TRAPANI - 22/12/2007
Sicilia - A conclusione di una lunga maratona parlamentare

ARS: approvato stralcio alle variazioni di bilancio 2007

Il Presidente Miccichè dopo la votazione ha ringraziato tutti e ha riconvocato l’Aula per l’8 gennaio. Anche il Governatore Cuffare esprime apprezzamento ed annuncia gli impegni di gennaio 2008. Foto Corrierediragusa.it

Palermo - L´Assemblea regionale ha approvato in via definitiva con 40 "si", 3 "no" e 10 astenuti l´emendamento-stralcio delle variazioni bilancio, definito all´unanimita´ dalla conferenza dei capigruppo e presentato a Sala d´Ercole dal governo regionale nella seduta serale di sabato 22 dicembre 2007.

La votazione si e´ svolta a conclusione di una vera e propria maratona parlamentare. Alla fine dei lavori il presidente dell´Assemblea Gianfranco Micciche´ ha rivolto ai parlamentari e a tutto il personale, ringraziandoli per il lavoro svolto, gli auguri per le festivita´ di fine anno e ha rinviato la seduta a martedi´ 8 gennaio 2008, alle ore 10.30.

Il provvedimento-stralcio varato a Sala d´Ercole, destina, tra l´altro, risorse finanziarie per i comuni siciliani, per la citta´ di Palermo, per i forestali, per gli articolisti e per i precari.

E´ stata inoltre introdotta, con l´approvazione di uno specifico emendamento, una norma sui "confidi", e cioe´ sulle garanzie che la Regione offre per i prestiti contratti dagli artigiani e da alcune altre categorie per il sostegno alle rispettive attivita´ produttive.

Anche il Presidente della regione Salvatore Cuffaro ha espresso apprezzamento per il lavoro svolto dall´Assemblea. "Ringrazio il Parlamento siciliano perche´, alla fine, e´ prevalso il senso di responsabilita´ ed e´ stata approvata una manovra che, nella sostanza, ricalca quella presentata dal Governo, contenente i provvedimenti piu´ urgenti ed importanti che vanno dalle risorse ai comuni ai consorzi fidi, dai forestali agli Lsu".

"A gennaio - prosegue Cuffaro - dopo la sessione di bilancio, si potra´ lavorare sul Ddl per lo sviluppo presentato da tempo dal Governo e nel quale potranno confluire molte delle cose approvate dalla Commissione Bilancio e stralciate dalla legge varata oggi. Parecchie di quelle norme sono, infatti, utili allo sviluppo della Sicilia", conclude il presidente della Regione.