Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 787
TRAPANI - 20/12/2007
Sicilia - La riunione è prevista a Palermo

Il 19 gennaio gli stati generali
della sinistra siciliana

Saranno preceduti da una riunione degli esecutivi delle quattro forze politiche, che si svolgera’ a Catania il 7 gennaio, e da riunioni unitarie preparatorie in tutte le province siciliane. Foto Corrierediragusa.it

PALERMO - Sono stati convocati per il prossimo 19 gennaio, a Palermo, gli Stati generali della Sinistra siciliana. L´appuntamento e´ stato fissato dai segretari regionali del Pdci, Prc, Sd e Verdi, forze politiche che hanno dato vita l´8 ed il 9 dicembre scorsi agli Stati generali della Sinistra e degli Ecologisti, nel corso di un incontro che si e´ svolto a Roma.

Orazio Licandro (Pdci), Rosario Rappa (Prc), Gianni Battaglia (Sd) e Massimo Fundaro´ (Verdi) hanno dato un "unanime giudizio favorevole sugli Stati Generali nazionali" confermando la "necessita´ di promuovere un percorso unitario anche nel territorio siciliano che aggiorni la carta dei valori alla realta´ locale e interloquisca con il mondo dell´associazionismo, dei movimenti, del sindacato e con le singole individualita´ interessate a questo percorso".

Gli Stati generali siciliani saranno preceduti da una riunione degli esecutivi delle quattro forze politiche, che si svolgera´ a Catania il 7 gennaio, e da riunioni unitarie preparatorie in tutte le province siciliane. "Anche in Sicilia - dichiarano i quattro segretari regionali - si avvia il percorso unitario delle forze politiche della Sinistra e degli Ecologisti per affrontare insieme i problemi che affliggono l´isola, dalla disoccupazione alla lotta alla mafia, dalla questione morale alla sanita´, dall´agricoltura alla difesa dell´ambiente, dalla tutela del territorio all´ammodernamento infrastrutturale e viario, al fine di determinare una svolta politica alla Regione e dare una risposta positiva e di governo ai siciliani.

Adesso, anche in Sicilia, l´unita´ delle forze di sinistra ed ecologiste e´ una realta´ con l´obiettivo di costruire il nuovo soggetto unitario, plurale, federativo".