Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1227
TRAPANI - 16/12/2007
Sicilia - Sono una donna di 24 anni e il figlio Francesco di 4 mesi che oggi doveva ricevere il battesimo.

Acireale : una donna ed il figlio uccisi a colpi di coltello

Rintracciato il convivente sull’autostrada Catania-Palermo. Era rimasto vittima di un incidente stradale.
Ricoverato all’Ospedale di Caltanissetta dove è piantonato
Foto Corrierediragusa.it

ACIREALE - Una donna di 24 anni e il figlio di quattro mesi sono stati uccisi con colpi di coltello nella loro abitazione di Acireale. I corpi sono stati trovati intorno alle 16 dai carabinieri della locale compagnia. Le vittime si chiamavano Giovanna Toscano, di 24 anni, e il figlio Francesco, di quattro mesi, che la donna aveva avuto dal suo convivente. L´omicidio è avvenuto nella loro abitazione, in via Nazionale 359, a Guardia Mangano.

I carabinieri della compagnia di Acireale hanno fermato il convivente della donna, ritenuto l´autore del duplice omicidio. L´uomo, che ha 48 anni, e´ ricoverato in gravi condizioni nell´ospedale di Caltanissetta dopo un incidente stradale sull´autostrada Catania-Palermo, nei pressi di Enna. Secondo una prima ricostruzione, ha avuto un incidente mentre stava percorrendo l´autostrada a bordo di una Fiat Punto, appartenente alla madre della convivente.

Secondo gli investigatori, potrebbe essere stato un omicidio di impeto, scaturito dalla gelosia, al culmine di una violenta lite. La ricostruzione fornita dai carabinieri è agghiacciante: le due vittime sono state trovate per terra in una pozza di sangue colpite da numerose coltellate. A trovare i due corpi, verso le 16, sono stati i genitori della donna che si erano recati a casa della figlia e del nipote per andare insieme in chiesa per celebrare il battesimo del piccolo Francesco. Sono stati loro ad avvertire i carabinieri.