Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 866
SIRACUSA - 11/02/2014
Sicilia - Nell’incidente erano morte due donne e una bambina

Auto travolta da fiume: libero Restuccia

Si tratta del 32enne che, il 2 febbraio scorso, era alla guida della Lancia Y che fu travolta dal fiume Asinaro Foto Corrierediragusa.it

E´ tornato in libertà Antonino Restuccia, il 32enne che, il 2 febbraio scorso, era alla guida della Lancia Y (foto) che fu travolta dal fiume Asinaro a Noto. Nell´incidente sono morte due donne e una bambina: Marisol Latino, di 7 anni, Alessandra Tumminieri, di 33, e Maria Gioelli, di 67. Il Gip di Siracusa, Alessandra Gigli, che aveva convalidato l´arresto dell´uomo, indagato per omicidio colposo plurimo, eseguito dalla polizia su disposizione della Procura, aveva disposto per l´indagato i ´domiciliari, in casa della madre, fino alla mezzanotte del 10 febbraio prossimo. Il provvedimento, che era stato adottato per dare tempo al sostituto Caterina Aloisi di ascoltare gli altri tre occupanti dell´auto che sono sopravvissuti alla tragedia, è scaduto e oggi Restuccia, assistito dall´avvocato Paolo Signorello, è tornato in libertà.

All´incidente sono sopravvissute quattro persone, oltre al guidatore: la mamma della piccola Marisol, Ramona Restuccia, di 25 anni; sua sorella Immacolata, 30 anni; e Giovanni Boscarino.