Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 592
RAGUSA - 23/06/2010
Sicilia - L’assurdo episodio si è verificato sulla spiaggia di S. Lorenzo

Picchiati vicino Marzamemi giornalista Rai e il compagno

La professionista ed il suo convivente hanno cercato di dissuadere un giovane che a bordo della sua moto faceva evoluzioni sulla battigia perché pericoloso per i bagnanti e soprattutto i bambini. Il centauro è poi tornato con i suoi amici per il raid Foto Corrierediragusa.it

Rimproverare un ragazzino che scorazza sulla spiaggia con la moto può essere pericoloso in Sicilia. Lo hanno sperimentato nel corso della loro vacanza due giornalisti che hanno scelto la spiaggia di S. Lorenzo, tra Vendicari e Marzamemi, per prendere il bagno insieme ai loro due figli piccoli. Costanza Mangini (nella foto), giornalista Rai, ed il suo compagno hanno cercato di dissuadere un giovane che a bordo della sua moto faceva evoluzioni sulla battigia perché pericoloso per i bagnanti e soprattutto i bambini.

Non l’avessero mai fatto perché da lì a poco sono arrivati una decina compagni del centauro con bastoni e bottiglie spaccate. E giù i fendenti nei confronti dei due bagnanti e dei due soli signori che sono intervenuti in difesa della coppia;, un poliziotto che si trovava sulla spiaggia, che ha riporta ferite al volto e la frattura della clavicola ed un anziano, colpito a sua volta. Il compagno di Costanza Mangini ha avuto la frattura del braccio, la giornalista bastonate in varie parti del corpo.

Il branco si è poi allontanato a missione compiuta ma è stato individuato in serata ed alcuni dei responsabili sono stati identificati dagli agenti del commissariato di polizia di Pachino. Resta l’amaro in bocca per una storia assurda, violenta, tutta siciliana, che apre la stagione estiva nel peggiore dei modi per la nostra isola.