Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 939
RAGUSA - 19/03/2010
Sicilia - Il governo Lombardo vara la nuova rete ospedaliera in Sicilia

Nella provincia iblea 2 distretti sanitari con 869 posti letto

Riccardo Minardo ed Orazio Ragusa contestano già il piano e chiedono al direttore generale Asp di rivederlo

La nuova rete ospedaliera siciliana è fatta. Saranno 17 aziende sanitarie per un totale di 19.524 posti letto. In Sicilia per effetto della riforma voluta dal governo Lombardo ci sono 3,87 posti letto per mille abitanti, di cui 3,22 per acuti e 0,65 per la riabilitazione e lungo degenza.

La rimodulazione della rete sarà verificata ogni sei mesi dall’assessore alla sanità Massimo Russo per il quale la nuova rete si articola sui grandi ospedali di riferimento delle aree metropolitane di Palermo, Catania e Messina, i capoluoghi di provincia ed i piccoli ospedali della periferia. Tutte le provincie tuttavia avranno garantite le funzioni basilari di medicina e chirurgia mentre le specializzazioni di livello superiori saranno dislocate negli ospedali di riferimento.

Visto in un’ottica iblea il nuovo piano non provoca grandi sommovimenti rispetto a quanto annunciato: due distretti ed un totale di 869 posti letto; Riccardo Minardo, Mpa, ha avanzato già rilievi sostanziali chiedendo la revisione del piano perché a suo dire non c’è un’equa ripartizione dei posti letto.

A cominciare dall’osservazione breve per la quale ci sono dieci posti a Ragusa e nessuno tra Modica e Vittoria, dove anche il numero dei posti letto appare al parlamentare inadeguato «Sembra non giustificata, inoltre, -insiste Riccardo Minardo- la creazione di un nuovo reparto di malattie respiratorie a Ragusa mentre viene eliminata la gastroenterologia a Modica e scompare anche la reumatologia sempre all’ospedale Maggiore peraltro inesistente negli altri nosocomi iblei». Tutta da verificare inoltre la permanenza dei pronto soccorso a Scicli e a Comiso. E’ un piano da rivedere –manda a dire Riccardo Minardo al direttore generale della Asp 7 di Ragusa, Ettore Gilotta.

LA PROVINCIA DI RAGUSA


DISTRETTO 1 (OSPEDALI «CIVILE» E «PATERNÒ AREZZO»)

Previsti 393 posti letto (287 ordinari per acuti, 58 in day hospital o day surgey, 24 di riabilitazione e 24 di lungodegenza). Queste le previsioni, nel dettaglio: anestesia e rianimazione 8 posti letto; cardiologia con emodinamica e unità di terapia intensiva coronarica 40 (due in dh); chirurgia generale 28 (4 in dh), ematologia e talassemia 12 (tutti in dh); gastroenterologia 8 (due in dh); ginecologia e ostetricia 28 (due in dh); malattie infettive 20 (due in dh); malattie apparato respiratorio 16; medicina generale 40 (4 in dh); neonatologia e unità di terapia intensiva neonatale 16; oftalmologia 16 (8 in dh); otorinolaringoiatria 16 (8 in dh); oncologia 28 (12 in dh); ortopedia 20 (4 in dh); pediatria 14 (2 in dh); emergenza e accettazione 10; psichiatria 15; urologia 26 (4 in dh); riabilitazione 24; lungodegenza 24.

DISTRETTO 2 (OSPEDALI DI MODICA, SCICLI, VITTORIA, COMISO)

In totale, previsti 476 posti letto (324 ordinari per acuti, 56 in day hospital e day surgery, 48 di lungodegenza e 48 di riabilitazione).

Ospedale «Guzzardi» di Vittoria

Previsti 138 posti letto, di cui 123 per acuti e 15 in day hospital e day surgery. Questo il dettaglio: anestesia e rianimazione 6 posti letto; cardiologia e unità di terapia intensiva coronarica 16 (2 in dh); chirurgia generale 14 (2 in dh); chirurgia vascolare 18 (2 in dh); ginecologia e ostetricia 20 (2 in dh); medicina generale 24 (2 in dh); neurologia 12 (2 in dh); ortopedia 16 (2 in dh); pediatria 12 (1 in dh).

Ospedale «Regina Margherita» di Comiso

Previsti 92 posti letto (34 ordinari per acuti, 10 in day hospital o day surgery, 24 di riabilitazione e 24 di lungodegenza). Questo il dettaglio: chirurgia generale 13 posti letto (1 in dh); medicina generale 23 (1 in dh); oftalmologia e otorinolaringoiatria 4 (tutti in dh); area medica 2 (entrambi in dh); area chirurgica 2 (entrambi in dh); riabilitazione 24; lungodegenza 24.

Ospedale «Maggiore» di Modica
Previsti 145 posti letto per acuti, di cui 124 ordinari e 21 in day hospital e day surgery. Questo il dettaglio. anestesia e rianimazione 6; cardiologia e unità di terapia intensiva coronarica 14 (2 in dh); chirurgia generale 14 (2 in dh); ginecologia e ostetricia 16 (2 in dh); medicina generale, geriatria e malattie apparato respiratorio 34 (4 in dh); malattie infettive 12 (1 in dh); nefrologia 14 (2 in dh); oftalmologia e otorinolaringoiatria 5 (tutti in dh); ortopedia 20 (2 in dh); pediatria 10 (1 in dh).

Ospedale «Busacca» di Scicli
Previsti 101 posti letto di cui 43 ordinari per acuti, 10 in day hospital e day surgery, 24 di riabilitazione e 24 di lungodegenza. Questo il dettaglio: chirurgia generale 11 (1 in dh); medicina generale 19 (1 in dh); psichiatria 15; area medica 4 (4 in dh); area chirurgica 4 (4 in dh); riabilitazione 24; lungodegenza 24.