Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 919
RAGUSA - 13/03/2010
Sicilia - Lombardo chiama e Miccichè risponde

Addio Mpa e Pdl Sicilia, si farà il Partito del Sud

L’annuncio venuto dal convegno Mpa ha suscitato già alcune prese di posizioni come quella di Renato Schifani, punto di riferimento del Pdl lealista, che ha bocciato l’idea di Lombardo e Miccichè

Lombardo chiama e Miccichè risponde. Il Partito del Sud si farà. I due protagonisti della politica siciliana sono pronti a lasciare le rispettive formazioni, Mpa e Pdl Sicilia, per confluire in quello che sarà il Partito del Sud. E’ questo quello che è emerso dal convegno organizzato da Mpa all’Hotel Villa Igiea a Palermo su «Regioni, riforme ed autonomie».

Il presidente della Regione aveva lanciato il messaggio a Gianfranco Miccichè per accelerare sul Partito del Sud e Miccichè non si è fatto pregare perché a distanza di 24 ore ed ha detto « Va bene, non possiamo perdere un’occasione storica ,non fare il Partito del Sud sarebbe criminale. Per crearlo sono disposto a uscire dal Pdl. Non si può stare con un piede in due scarpe. Se il Partito del Sud lo facesse il Pdl sarei felice, ma non sarà così".

Gianfranco Miccichè ha anche dettato i tempi al suo compagno di cordata: «Dobbiamo essere pronti per le prossime politiche e dobbiamo puntare al 40 per cento dei consensi». Sui rapporti da intessere con il Pd Gianfranco Miccichè ingoia il rospo "Per fare il Partito del Sud posso sopportare anche Lumia e Cracolici". Il Partito del Sud dovrà puntare ad una nuova classe dirigente, europea,rompendo i vincoli con il più recente passato.

L’annuncio venuto dal convegno Mpa ha suscitato già alcune prese di posizioni come quella di Renato Schifani, punto di riferimento del Pdl lealista, che ha bocciato l’idea di Lombardo e Miccichè: «Il sud va tutelato con l´impegno dei parlamentari del Mezzogiorno, di qualunque area politica essi siano, che quotidianamente si possono impegnare per tutelare il Mezzogiorno". Sud. Per Peppe Lumia l’idea è buona solo se si riuscirà a rompere i vecchi schemi della politica e a dare vita a una nuova classe dirigente che sappia costruire legalità e sviluppo; solo così il Partito del Sud potrà essere l´occasione per intraprendere insieme con il Pd un percorso politico comune".