Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 406
RAGUSA - 12/12/2009
Sicilia - Il componente del Pdl Sicilia all’Ars rilancia il tema del federalismo

Scammacca: "Bisogna attuare in Sicilia un vero riformismo"

"Bisogna abbandonare la dominante cultura dello spreco e del clientelismo di bassa lega, facendo emergere le risorse umane migliori anche al di là dei vecchi schemi preconcetti delle appartenenze politiche»

«Avviare in Sicilia un vero riformismo, che agganci l’azione di governo a principi e regole fermissime da cui far discendere un’azione rigorosa di risanamento culturale, morale, e quindi economico della nostra terra, superando definitivamente la tuttora dominante cultura dello spreco e del clientelismo di bassa lega, facendo emergere le risorse umane migliori anche al di là dei vecchi schemi preconcetti delle appartenenze politiche».

E´ quanto dichiarato dall´on Guglielmo Scammacca della Bruca, del gruppo Pdl Sicila all’Assemblea regionale siciliana, che rilancia il tema del federalismo per superare l’attuale situazione di stallo.

«E’ il momento di scegliere ed attuare in maniera rigorosa quell’azione riformista di cui la Sicilia ha bisogno- ha detto Scammacca- evitando errori già commessi e offrendo contenuti di modernità e di civiltà alle azioni di cambiamento. La svolta è il federalismo solidale, un federalismo cioè che non abbia l’obiettivo di dividere il paese con sogni di secessione, ma tenda a ridare unità al paese eliminando il gap economico e strutturale tra le varie aree .Un federalismo, che seguendo il modello europeo vincoli col massimo rigore l’uso delle risorse disponibili alle regole di bilancio, delegando il controllo dei risultati ad organi terzi ed imparziali che giudichino con criteri oggettivi, tenendo come obiettivi primari lo sviluppo e la difesa dei più deboli.

Federalismo - aggiunge Scammacca - vuol dire restituire alla Sicilia il suo straordinario patrimonio immateriale: un Paesaggio culturale unico al mondo che tarda ogni giorno di più ad essere degnamente promosso.

Federalismo solidale e riforme rigorose. Queste le vere innovazioni del progetto di sviluppo della Sicilia - conclude Scammacca - per cui ho abbracciato l’idea del Pdl Sicilia, con tanti amici come Misuraca, Miccichè,Granata, e gli altri con cui immaginare una Sicilia diversa per la quale essere pronti ad affrontare battaglie dure, ma nuove ed innovative".