Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1602
RAGUSA - 02/11/2009
Sicilia - Catania: un convegno alle Ciminiere per il progetto «100 mila giardini»

Il giardino, patrimonio economico e turistico

L’Aipp dal 1950 raggruppa 500 soci impegnati nella tutela e nella salvaguardia dei «gioielli» verdi d’Italia, fra questi anche il giardino del Castello di Donnafugata
Foto CorrierediRagusa.it

Cento mila giardini è un progetto promosso dall´Associazione «Magna Grecia di AIPP» (Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio) che ha l’obiettivo di rilanciare la cultura del giardino nel contesto economico e turistico. Il progetto ha preso il via dal centro congressuale Le Ciminiere di Catania annoverando numerosi relatori nei lavori d’apertura. Il progetto è stato ideato dalle siciliane Tindara Crisafulli, Roberta Andaloro e da Paola Villa, presidente nazionale AIAPP.

L’iniziativa si sviluppa come mostra itinerante e si configura come unica nel mostrare le potenzialità del giardino, non considerato nella sua macro dimensione naturalistica, ma come piccola tessera di un mosaico - paesaggio. Occorre sviluppare le capacità locali attraverso una collaborazione sinergica di tutti al fine di costruire una terra migliore attraverso la costruzione di giardini che funzionano. Un giardino «funziona se produce, se è bello e utile. Questa è la strada per riaffermare il valore e la salvaguardia del paesaggio nella vita di tutti i giorni".

Al convegno erano presenti esperti del settore, docenti universitari italiani e stranieri enti, ordini vari. Associazioni e giornalisti si sono confrontati esprimendo le idee e varie proposte sul sistema giardino paesaggio. L’arte dei giardini ha prodotto nel passato dei veri capolavori naturali ed alcune testimonianze come quella di Ettore Paternò del Toscano, noto progettista di giardini, danno la dimostrazione di come un percorso naturale può diventare arte e cultura.

Relatori del convegno sono stati: Agata Milazzo che ha introdotto l’intervista ad un «maestro giardiniere» come Ettore Paternò del Toscano, Giuseppe Barbera dell’Università di Palermo che ha parlato del giardino della
Kolymbetra ad Agrigento, Biagio Guccione dell´Università di Firenze che ha esposto le modalità del recupero del giardino del Castello di Donnafugata a Ragusa.

Vittorio Sgarbi è intervenuto per quanto riguarda la Villa Romana del Casale e Pietro Pavone, direttore dell’orto botanico di Catania ha parlato di conservazione della biodiversità. L´AIAPP è l´associazione italiana di Architettura del Paesaggio e rappresenta dal 1950 i professionisti attivi nel campo del Paesaggio. E´ membro di IFLA (International Federation of Landscape Architects) e di EFLA (European Foundation of Landscape Architecture) e raggruppa oggi circa 500 soci impegnati a tutelare, conservare e migliorare la qualità paesaggistica del nostro paese.

(Nella foto uno scorcio del giardino del castello di Donnafugata a Ragusa)