Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 869
RAGUSA - 10/10/2009
Sicilia - Assente il Presidente della Repubblica, per motivi istituzionali?

Messina si è fermata per i funerali di stato delle vittime

21 i feretri allineati nella navata centrale perché mancavano quelli delle vittime di Scaletta Zanclea, i cui parenti hanno preferito per funerali privati Foto Corrierediragusa.it

Messina si è fermata per oltre tre ore per i funerali delle vittime del terremoto. Alle 10.30 è iniziata la cerimonia funebre nella cattedrale della città peloritana alla presenza delle più alte cariche dello stato, mancava solo il presidente della repubblica Giorgio Napolitano, e migliaia di cittadini che hanno seguito anche dal sagrato. 21 i feretri allineati (nella foto) nella navata centrale perché mancavano quelli delle vittime di Scaletta Zanclea, i cui parenti hanno preferito per funerali privati.

L’elenco dei morti da parte dell’arcivescovo di Messina Calogero La Piana è stato aperto da Pasquale Simone Neri che prima di morire ha salvato otto persone e per il quale il capo dello stato ha avviato il procedimento di assegnazione della medaglia d’oro al valore civile;»Restituiteci la serenità» ha concluso l’arcivescovo alla fine dell’omelia rivolgendosi ai rappresentanti delle istituzioni. Poi un lungo applauso per Ilaria De Luca, 5 anni, che è stata ritrovata dopo due giorni dal nubifragio. Il papa Benedetto XVI si è unito con un messaggio toccante al dolore della popolazione italiana ed in particolare della «cara Sicilia». In prima fila il premier Silvio Berlusconi ed accanto a lui il presidente del senato Renato Schifani mentre Pippo Fallica rappresentava il presidente della camera Gianfranco Fini trattenuto a Roma dalla nascita della figlia.

Non c’era il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ufficialmente per motivi personali, ma la cui assenza i commentatori politici fanno risalire alle polemiche intercorse tra Berlusconi e Napolitano in questi giorni. All’uscita della chiesa Maria Letizia Scionti madre dei piccoli Lorenza, 2 anni, e Francesco, 6, ancora dispersi, ha fatto volare due palloncini con i nomi dei due piccoli. Silvio Berlusconi ha assicurato l’intervento per una ricostruzione rapida che terrà conto delle richieste di quanti sono stati colpiti dal nubifragio. Il presidente della Regione Raffaele Lombardo ha annunciato che martedì l’Ars affronterà la questione dopo alluvione in aula e discuterà direttamente con Berlusconi il piano di interventi da concretizzare.