Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 678
RAGUSA - 27/08/2009
Sicilia - Sono arrivati in 55 nella tarda serata di ieri

Sbarco a Siracusa, i clandestini ospitati a Pozzallo

Intanto due gommoni con ottanta immigrati sono giunti a Malta. Uno di loro durante il viaggio ha perso la vita

Continuano gli arrivi dei clandestini in Sicilia. Sono sbarcati nella tarda serata di ieri a Siracusa i 55 clandestini intercettati nel pomeriggio dalla guardia di finanza. Gli extracomunitari sono stati trasferiti nel centro di accoglienza di Pozzallo.

Intanto due gommoni con ottanta immigrati sono giunti a Malta. Uno di loro durante il viaggio ha perso la vita. Il primo natante è arrivato direttamente a terra, a Marsaxlokk; il secondo è stato intercettato dalla marina maltese al largo. La vittima si trovava accanto al natante soccorso alla deriva. Tra i 79 migranti ci sono 14 donne, tra cui tre in gravidanza e una bimba di sette anni.

I migranti sono in gran parte eritrei, così come nel caso degli ultimi due gommoni soccorsi al largo di Lampedusa dalla guardia di finanza, dopo essere stati scortati dalle motovedette maltesi fino al limite delle acque territoriali italiane. Anche loro sarebbero partiti dalle coste libiche.

L´allarme è scattato in nottata, dopo la segnalazione da parte della polizia maltese di un gruppo di 40 extracomunitari sugli scogli del porto franco di Marsaxlokk, nella zona sud dell´isola. Il gommone utilizzato per la traversata è stato trovato abbandonato nella baia da un pattugliatore della marina. Un secondo gommone alla deriva con altri 40 migranti, uno dei quali era morto, è stato intercettato poco dopo da un´altra unità militare maltese, al largo del vicino porto di Bizzerbugia.

Nei filmati sull´operazione di soccorso diffusi dalle forze armate maltesi, gli immigrati appaiono particolarmente provati dalla traversata. Tutti sono stati accompagnati nel centro di identificazione di Hal Far in attesa di essere trasferiti in uno dei centri di detenzione dell´isola.

(Fonte: lasiciliaweb.it)