Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 19 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 23:04 - Lettori online 591
RAGUSA - 20/04/2017
Sicilia - Ha cominciato la carriera nel 1992 come funzionario di Polizia

Il ragusano Gianluca Albo procuratore Corte dei conti

Ha firmato alcune delle principali inchieste sugli sprechi della burocrazia Foto Corrierediragusa.it

Un magistrato ragusano è il nuovo procuratore della Corte dei conti siciliana. Gianluca Albo (foto), 49 anni, è originario del capoluogo ibleo ed ha cominciato la carriera nel 1992 come funzionario di Polizia. Due anni dopo è entra in magistratura ordinaria come pubblico ministero a Termini Imerese. Poi, giudice presso la sezione penale del Tribunale di Palermo. Nel 2003 vince il concorso in magistratura contabile dove svolge ininterrottamente fino ad oggi le funzioni di pm della Procura regionale. E’ autore di varie pubblicazioni giuridiche in materia penale ed in materia contabile.

Da vice procuratore firma alcune delle principali inchieste sugli sprechi della burocrazia. Da quella sugli extrabudget della formazione professionale a quelle sulle promozioni al 118. In entrambi i casi, con condanne definitive per danno erariale. Nel mirino di Albo anche gli incarichi affidati senza alcun bando, senza criteri chiari e senza atti deliberativi dalla Crias sotto la gestione degli ex direttori Aurelio Percipalle e Giovanni Di Bartolo, tutti e due condannati al pagamento di un maxi risarcimento. Su decisione del Consiglio di presidenza della Corte dei Conti il magistrato ragusano prende il posto di Giuseppe Aloisio, promosso a presidente della Sezione regionale di Controllo per la Valle d´Aosta.