Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 735
RAGUSA - 01/10/2008
Sicilia - Catania - Finanziamento a fondo perduto disposto dal Cipe

140 milioni di euro piovono su Catania

Per far fronte all’emergenza finanziaria dell’ente Foto Corrierediragusa.it

Il Comitato interministeriale per la programma economica ha disposto un finanziamento a fondo perduto di 140 milioni di euro in favore del Comune di Catania per fare fronte all´emergenza finanziaria dell´ente.

Il Cipe ha concluso la sua riunione da poco e copia della sua delibera è stata già consegnata al sindaco del capoluogo etneo, il senatore del Pdl-An Raffaele Stancanelli.

"Adesso comincia il lavoro duro e vero", afferma il primo cittadino etneo. "Questi finanziamenti ci permettono di affrontare l´emergenza con i fornitori. Ma adesso dobbiamo continuare a lavorare: a programmare, tagliare, razionalizzare e intervenire sulle linee di azioni annunciate e che esporrò il 6 ottobre prossimo al Consiglio comunale". Il sindaco di Catania dice grazie "anche a coloro che a questa soluzione non credevano ma che alla fine si sono accodati".

Secondo quanto rivela poi il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli, nella stessa riunione "il Cipe ha riconfermato la pubblica utilità del ponte sullo Stretto di Messina".

Matteoli, uscendo della seduta del Cipe tenutasi a Palazzo Chigi sotto la presidenza del ministro dell´Economia Giulio Tremonti, aggiunge: "Si tratta di un ulteriore tassello della riattivazione del manufatto, una riconferma formale dell´opera che è stata garantita dal Cipe in coerenza con quanto espressamente previsto nell´Allegato Infrastrutture al Dpef già approvato dal governo, dalla Conferenza unificata Stato-Regioni e dal Parlamento. Nel prossimo trimestre saranno pronti altri atti formali, che daranno definitiva consistenza alla iniziativa del governo finalizzata alla realizzazione del ponte".

(Fonte:lasiciliaweb.com)