Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 1123
RAGUSA - 27/06/2016
Sicilia - I dati parlano di un netto aumento delle presenze

Il turismo cresce in Sicilia del 20%

Dati positivi confermati anche per il Ragusano Foto Corrierediragusa.it

Il turismo cresce in Sicilia. Taormina, isole Eolie, triangolo del barocco, Etna e Siracusa, il Trapanese sono i luoghi più gettonati. "Fino a maggio i dati parlano di un aumento delle presenze del 20 per cento rispetto allo scorso anno - dice Antonio Mangia, presidente di Aeroviaggi - Il mercato italiano va meno bene rispetto a quello estero, ma prevediamo una stagione molto favorevole. In particolare per le strutture balneari. Perché nonostante il suo patrimonio artistico, storico e culturale, la Sicilia "Continua a essere ricercata principalmente per il suo mare" spiega Mangia. Vanno bene anche le città d´arte vanno bene, anche se i flussi sono più alti nei centri storici nella bassa stagione da aprile a maggio e da settembre a ottobre". "Rispetto allo scorso anno a maggio abbiamo registrato una crescita del 5 per cento, a giugno del 10 per cento grazie soprattutto alla presenza di turisti stranieri - spiega Christian Del Bono, presidente di Federalberghi Isole Eolie e Isole Minori Sicilia -. Il trend di luglio e agosto, quando a scegliere le isole sono soprattutto gli italiani, è un aumento del 5 per cento, complice una crisi da cui il Paese non è uscito del tutto. A differenza delle Eolie, le altre isole minori della Sicilia, da Pantelleria e Lampedusa alle Egadi si sono affacciate con ritardo sul mercato straniero".

A scegliere le Eolie sono in particolare francesi e tedeschi. I dati siciliani trovano conferma anche nel Ragusano dove i flussi incentivati dai voli su Comiso e da una ampia offerta anche su Catania grazie ai collegamenti europei vedono una crescita valutata anche in questo caso attorno al 20 per cento. E’ insomma un buon inizio della stagione estiva che promette di andare ancora meglio grazie alle ferie che molti soprattutto al Nord hanno scelto di trascorrere in Sicilia ed in particolare al mare.