Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1106
RAGUSA - 09/08/2008
Sicilia - Trapani - I feriti sono 81 dei quali 3 gravi

Trapani: aliscafo contro il molo

E’ il secondo schianto in un anno Foto Corrierediragusa.it

Un altro schianto, esattamente a un anno di distanza. Un aliscafo con 144 passeggeri a bordo è finito contro la barriera frangiflutti all´imbocco del porto di Trapani. La capitaneria di porto ha reso noto che le persone rimaste ferite nell´incidente sono 81, compresi quelli che hanno riportato solo lievi contusioni e una signora che ha invece riportato lesioni più serie.

L´aliscafo avrebbe navigato a velocità eccessiva. La circostanza emerge dai primi rilievi effettuati dagli investigatori: sull´incidente sono state aperte un´inchiesta amministrativa e una penale.

L´eccessiva velocità dell´imbarcazione, che proveniva da Favignana, registrata anche dai passeggeri sarebbe dimostrata dal fatto che il natante, all´ingresso del porto, viaggiava ancora sui pattini anteriori, posizione tenuta normalmente durante la navigazione sostenuta. Nell´impatto con la diga l´imbarcazione è salita sul frangiflutti uscendo dall´acqua e lo scafo si è danneggiato.

Se la velocità fosse stata inferiore e i pattini fossero stati sommersi, invece, l´urto sarebbe stato frontale e probabilmente il natante sarebbe affondato. L´ipotesi, valutata dagli inquirenti, sarà riscontrata dall´esame della scatola nera.

L´incidente è in tutto simile a quello di un anno fa, quando tra i 181 passeggeri del "Giorgione" della Siremar ci scappò anche il morto: una turista milanese di 52 anni, Paola Romano, deceduta dopo due giorni in ospedale. Allora i feriti furono 11.

I soccorritori hanno fatto uscire i passeggeri dall´aliscafo, mentre le ambulanze del "118" attendevano sulla banchina. ? subito iniziata la corsa per l´ospedale, per fortuna, non si segnalano casi preoccupanti: la maggior parte ha riportato solo contusioni. Alcuni passeggeri erano in stato di shock.

Sono 12 i passeggeri ricoverati finora nell´ospedale Sant´Antonio Abate di Trapani per le lesioni riportate nella collisione.

Le condizioni più serie sono quelle di un adulto e di un bambino che hanno, rispettivamente, una frattura scomposta allo sterno e la frattura di un femore, con prognosi di 60 giorni ciascuno. L´adulto è nel reparto di Ortopedia, mentre il bambino è in Chirurgia pediatrica.

Una donna, che ha una frattura vertebrale, è stata trasferita nel reparto di Neurochirurgia dell´ospedale catanese. "Tutti gli altri feriti, per contusioni ed escoriazioni varie, sono in osservazione - dice il direttore medico dell´ospedale Francesco Giurlanda - compresa una donna in stato di gravidanza". Sull´aliscafo viaggiavano anche altre due donne incinta, che sono state dimesse nelle notte dopo le cure necessarie.

Intanto la guardia costiera di Trapani ha acquisito la scatola nera dell´aliscafo e ha interrogato il comandante Giuseppe Bonano. Non hanno dato esiti utili alle indagini, invece, le testimonianze del direttore di macchine e di alcuni componenti dell´equipaggio, interrogati la scorsa notte dai carabinieri.

(Fonte: lasiciliaweb.com)