Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 1083
PALERMO - 28/06/2010
Sicilia - Palermo: l’ingresso nella giunta regionale non è all’ordine del giorno

Il pd siciliano ribadisce: «Mai con Lombardo e Miccichè»

Ed in provincia di Ragusa? Pippo Di Giacomo, Gianni Battaglia ed il segretario provinciale Salvo Zago sono tutti sulla stessa linea; nessuna scissione di sorta e no a Lumia

L’ingresso nella giunta Lombardo non è all’ordine del giorno; «Mai con Lombardo e Miccichè» è la parola d’ordine nel Pd siciliano, ma tutto il resto è in discussione. La riunione tenuta al S. Paolo Palace a Palermo ha messo a nudo le due anime che agitano il Pd siciliano. Quello di Beppe Lumia e di Antonello Cracolici, capogruppo all’Ars, e di Salvatore Cardinale che chiederanno al segretario nazionale Pier Luigi Bersani un rapporto federato con il Pd nazionale.

Il Pd vuole insomma contare di più a Roma e decidere sulle cose da fare piuttosto che attendere ordini e messaggi da un partito che appare troppo centralizzato. La riunione palermitana non è stata quel successo atteso dagli organizzatori; solo 9 i parlamentari regionali su 27 e neppure l’ombra del segretario regionale Giuseppe Lupo, che , pur invitato, si è defilato per non dare spazio ad equivoci di sorta.

Lumia, Cracolici e Cardinale hanno chiesto un congresso straordinario che ha tutta l’aria di essere una rivincita su Lupo che a sua volta ha convocato per il 5 luglio la direzione regionale del partito. Dice Giuseppe Lupo "Se qualcuno, invocando la necessità di una maggiore autonomia dal Pd nazionale, cerca pretesti per rompere quell´unità che tutti insieme abbiamo costruito in questi mesi, lo dica chiaramente e se ne assuma la responsabilità-. Siamo il partito delle primarie e non delle correnti. Non possiamo regalare alla destra, che governa il paese, una divisione che ci indebolirebbe".

Risponde Lumia: "Siamo la maggioranza e se c´é qualcuno che non la pensa come noi presenti la sua proposta e si confronti nel partito: basta con gli arditi di giorno e i vigliacchi di notte"; messaggio indirizzato ai catanesi Enzo Bianco e Giovanni Burtone, avversari di sempre nel Pd.

Ed in provincia di Ragusa? Pippo Di Giacomo, Gianni Battaglia ed il segretario provinciale Salvo Zago sono tutti sulla stessa linea; nessuna scissione di sorta e no a Lumia. Dice il segretario » Vogliamo ricercare l´identità, il radicamento, enfatizzando la costituzione, in tutta Italia, di un partito federato. Lumia muove, comunque, da un intento nobile, ossia che il Pd possa contare di più nella Sicilia e per la Sicilia. Ma questo obiettivo si può benissimo dispiegare e ricercare proprio grazie al meccanismo della federazione».