Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 21 Novembre 2018 - Aggiornato alle 23:44
PALERMO - 12/09/2018
Sicilia - Sabato alle 8.30 l’arrivo del Pontefice in elicottero nel centro ennese e nel capoluogo

Piazza Armerina e Palermo pronte per la visita del Papa

Alle 10.45 il Papa arriverà al porto di Palermo e da qui andrà al Foro Italico Foto Corrierediragusa.it

Grandi numeri per la visita di Papa Francesco in Sicilia. Il Pontefice sarà in visita sabato prima alla diocesi di Piazza Armerina e poi a Palermo dove resterà fino al tardo pomeriggio. Fitto il programma della visita del Papa, per la quale si calcolano almeno 10 mila persone a Piazza Armerina e 80 mila a Palermo. Nella diocesi piazzese, scelta dal Papa per portare una testimonianza ad un territorio marginale e non metropolitano, che si è distinto nella missione dell’accoglienza, sarà il vescovo, Mons. Rosario Gisana, ad accogliere alle 8.30 il Pontefice al campo sportivo dove è previsto l’atterraggio dell’elicottero proveniente dall’aeroporto di Catania. Poi il corteo fino in piazza tra due prevedibile ali di folla. In piazza Falcone Borsellino potranno accedere solo 5 mila persone per motivi si sicurezza. Alle 10.15 Papa Francesco volerà alla volta di Palermo dove alle 10.45 al porto sarà accolto dall’arcivescovo mons. Corrado Lorefice, dal governatore Nello Musumeci, dal prefetto Antonella De Miro e dal sindaco Leoluca Orlando. Da lì la Papa mobile attraverserà via Francesco Crispi e la Cala per raggiungere il Foro Italico, dove alle 11.15 è in programma la messa concelebrata dai vescovi di Sicilia, al termine della quale ci sarà il saluto dell’arcivescovo di Palermo al Papa. (nella foto il palco allestito)

Il Foro Italico sarà diviso tre grandi aree, ciascuna della quali potrà accogliere circa 20 mila persone. Nella prima e nella seconda area si potrà accedere con i pass e ci sarà uno spazio dedicato anche ai diversamente abili, mentre nella terza l’ingresso sarà libero. La visita pastorale del Pontefice proseguirà alle 13.30 alla Missione Speranza e Carità di Biagio Conte, dove arriverà con un’auto privata e pranzerà con 150 ospiti della struttura, tra loro ci saranno anche una delegazione di detenuti dell’Ucciardone, del Pagliarelli, del Malaspina e una della Casa dei giovani per il recupero dei tossicodipendenti. Accanto a queste 150 persone che occuperanno la sala pranzo insieme a Bergoglio, altre 500 circa pranzeranno in un ambiente adiacente. Al tavolo seduti con il Papa ci saranno oltre al missionario laico Biagio Conte e all’arcivescovo Lorefice, una decina di ospiti della Missione.

«Il Papa ha scelto di venire nel 25mo anniversario di un assassinio, che per noi cristiani è diventato un martirio: quello di don Pino Puglisi. Il Papa viene come pellegrino a visitare i luoghi del martirio di un testimone che ha versato il sangue in questa martoriata terra di Sicilia. Il Papa sa che giunge in una città fecondata da martiri della giustizia e della fede, di questo ha piena consapevolezza» ha detto l´arcivescovo di Palermo, monsignor Corrado Lorefice, nel corso della conferenza stampa di presentazione della visita del Pontefice. «Il Papa viene a confermare la nostra Sicilia in un percorso esistenziale verso la giustizia umana. Viene a Palermo per evidenziare una chiesa che vive nel segno della giustizia e della pace. La sua visita al Foro Italico non è un evento di spettacolo, perchè il Papa viene a celebrare l´eucarestia».