Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 22 Settembre 2018 - Aggiornato alle 23:45
PALERMO - 01/03/2018
Sicilia - Il discusso servizio andato in onda mercoledì sera

L´arcivescovo Lorefice costretto a licenziare: "Le iene" lo incalzano

Si tratta del caso della Ipab, la società finanziata dalla Regione Siciliana Foto Corrierediragusa.it

Don Corrado Lorefice finisce nel mirino delle Iene per il caso Ipab. La società, finanziata dalla Regione Siciliana, si occupa dell’assistenza di circa 60 persone. E’ una vicenda che si trascina da anni e che l’arcivescovo di Palermo si ritrova tra le mani, tra le altre cose, dal momento del suo insediamento. I 40 dipendenti dell’Ipab devono essere pagati, ma non ci sono risorse perché l’Ipab ha un buco di diversi milioni, visto che Monte dei Paschi e Regione non sono più disponibili ad anticipare soldi. L’arcivescovo tenta di evitare il fallimento e, per salvare i posti di lavoro, chiede a tutti i dipendenti di diminuire di qualche ora l´orario lavorativo, per poter garantire uno stipendio a tutti e intanto provare ad avviare il risanamento. I dipendenti rispondono picche, perché non vogliono rinunciare al loro stipendio, ed a questo punto Don Corrado Lorefice si vede costretto a licenziare tutti, dopo aver preso atto della mancata solidarietà tra gli stessi lavoratori. Le Iene hanno cavalcato l’onda emotiva frutto della rabbia dei lavoratori e hanno attaccato l’arcivescovo, «reo», secondo l´autore del servizio, di licenziare e ignorare le buone ragioni dei lavoratori.