Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 26 Aprile 2018 - Aggiornato alle 0:35
PALERMO - 18/11/2017
Sicilia - Il neo governatore nuovo inquilino di palazzo d’Orleans

Insediamento ufficiale di Musumeci

Tanto fair play tra i due Foto Corrierediragusa.it

Scambio di consegne ed insediamento ufficiale. Il neo governatore della Sicilia Nello Musumeci è il nuovo inquilino di Palazzo D’Orleans, dove è arrivato grazie al risultato ottenuto alle elezioni del 5 novembre. Tra il presidente uscente e il suo successore niente colpi bassi, ma fair play. Rosario Crocetta ha rivolto il suo saluto ed ha concluso: "Appartengo alla cultura che riconosce dignità alle posizioni degli altri i partiti non sono come la Chiesa, dove ci si confronta con l’assoluto. Al di là delle idee politiche che si vuole rappresentare conta la buona amministrazione e la buona politica. Lei, Musumeci, ha vinto ampiamente. Io ero estraneo alla competizione elettorale. Ho visto comunque tanti cambi di casacca e mi è dispiaciuto. Le auguro buon lavoro, e lo dico per il bene di questa terra. Ieri abbiamo fatto un incontro riservato ed è andato bene. Per quel che mi riguarda ho inteso questi cinque anni come lavoro per il bene comune, anche se spesso sono stato lasciato solo. Mi sono sentito prigioniero politico perché dovevo firmare atti comunque. Mi prenderò qualche giorno di riposo. Mi permetto - ha concluso Crocetta - di regalarle un libro, il viaggio in Sicilia di Goethe». Per Crocetta è sempre un libro il regalo giusto. Si tratta di una raccolta di aforismi di Oscar Wilde.

Musumeci ha ringraziato Crocetta che lo aveva battuto cinque anni fa: «La ringrazio perché abbiamo tutti il dovere di testimoniare rispetto per la Regione. Secondo i cittadini la Regione non ha molta credibilità, anche per colpe del passato. Ho sempre fatto opposizione a Crocetta e quello che avevi da dire l’ho detto in aula. Lei conclude una stagione difficile sulla quale i giudizi sono noti. Lei ed io siamo consapevoli della gravità del momento. Lei ed io abbiamo il dovere di credere che questa regione sia redimibile. In questa sala dedicata a Giuseppe Alessi tra i padri fondatori dell’autonomia, oggi sono presenti dirigenti , deputati, assessori designati , i miei familiari e tanti amici. Oggi tappa importante per la Sicilia che ha il dovere di tornare a sperare. È dai sindaci - ha concluso Musumeci - che dobbiamo ripartire».

PRIMA SEDUTA ARS L´11 DICEMBRE
E´ stata fissata per l´11 dicembre la prima seduta dell´Assemblea regionale siciliana, che da questa legislatura sarà composta non più da 90 ma da 70 parlamentari per effetto dell´applicazione della legge taglia-deputati. E´ quanto apprende l´Ansa da fonti di palazzo dei Normanni. Nella stessa giornata di insediamento dei neo eletti deputati si procederà all´elezione del presidente dell´Assemblea regionale.