Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 14 Agosto 2018 - Aggiornato alle 21:02
PALERMO - 18/11/2017
Sicilia - Si scaldano i motori

Musumeci si insedia oggi. Prima seduta Ars lunedì 11 dicembre

Per risollevare le sorti della Sicilia Foto Corrierediragusa.it

Nello Musumeci (foto) si insedia. Oggi presso la Corte d’appello di Palermo è stata fissata la cerimonia di proclamazione del nuovo Presidente della regione. Alle 11 è previsto l’insediamento vero e proprio. «Sarà un insediamento sobrio –precisa Musumeci-Lo impone il momento che stiamo momento». Al Presidente toccherà poi convocare la prima riunione dell’assemblea regionale ma s dovrà attendere la proclamazione ufficiale dei nuovi 70 deputati per cui è probabile che l’appuntamento slitti a dicembre. Nel frattempo Musumeci avvierà le consultazioni con i partiti della maggioranza di centro destra per la nomina degli assessori. Il presidente manifesta sicurezza e tranquillità ad onta delle difficoltà di trovare il giusto equilibrio tra le varie componenti e soddisfare gli appetiti dei singoli. Musumeci cambierà innanzitutto il segretario regionale dando il benservito a Patrizia Monterosso ed insediando al suo posto Maria Mattarella, nipote del Presidente della repubblica. E’ il primo segnale di discontinuità che Musumeci vuole dare all’intera macchina burocratica regionale. Tre assessorati chiave sono stai già definiti. Si tratta di Gaetano Armao che avrà la delega all’Economia e Bilancio, Ruggero Razza, invece, fedelissimo di Nello Musumeci, sarà il nuovo assessore alla Salute mentre l’ex rettore dell’Università di Palermo, Roberto Lagalla, avrà la delega all’istruzione. Marco Falcone, capogruppo uscente di Forza Italia avrà le Infrastrutture o in alternativa l’Agricoltura, Vittorio Sgarbi andrà ai Beni Culturali. Se queste poltrone sono praticamente già assegnate ne restano altre e Musumeci aspetta una rosa di nomi da parte dei partiti per scegliere in autonomia e senza pressioni personali.

Intanto è stata fissata per l´11 dicembre la prima seduta dell´Assemblea regionale siciliana, che da questa legislatura sarà composta non più da 90 ma da 70 parlamentari per effetto dell´applicazione della legge taglia-deputati. E´ quanto apprende l´Ansa da fonti di palazzo dei Normanni. Nella stessa giornata di insediamento dei neo eletti deputati si procederà all´elezione del presidente dell´Assemblea regionale.