Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 20 Novembre 2017 - Aggiornato alle 20:33 - Lettori online 535
PALERMO - 21/09/2017
Sicilia - Obiettivo è il miglioramento della rete grazie alla velocizzazione di alcune tratte ritenute strategiche

Rete ferroviaria, previsti 83 milioni di investimenti

Sarà realizzato il terminal dell’aeroporto di Fontanarossa, il passante di Palermo, la linea Canicattì-Modica Foto Corrierediragusa.it

Per l´ammodernamento della rete ferroviaria in Sicilia sono previsti 83 milioni di euro. Sono destinati al terminal dell´aeroporto di Fontanarossa, lo scalo di Bicocca, l´avvio dal 2020 al 2026 di nuove tratte inserite nel contratto di servizio firmato dalla Regione e Trenitalia che comprendono il passante ferroviario di Palermo, la linea Canicattì-Modica, il raddoppio del passante di Catania, il potenziamento dei treni regionali sulla direttrice Siracusa-Ragusa e Caltanissetta.

Sono i dati emersi dall’incontro tra le segreterie regionali e provinciali della Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, l´assessore regionale alle Infrastrutture, Luigi Bosco, e la quarta commissione Trasporti dell´Ars.
I fondi si aggiungono ai 111 milioni di euro inseriti nel contratto di servizio siglato lo scorso 19 gennaio. L’obiettivo è il miglioramento della rete ferroviaria grazie alla velocizzazione di alcune tratte ritenute strategiche in direzione nord-sud, est-ovest. Le nuove linee consentiranno anche l’utilizzo di convogli di nuovissima generazione con taglio dei tempi di percorrenza.