Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 18 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 10:34 - Lettori online 898
PALERMO - 10/07/2017
Sicilia - Due vigliacchi sfregi alla memoria del giudice ucciso dalla mafia

Falcone: statua danneggiata e immagine bruciata

Da più fronti sono state condannate le 2 deprecabili azioni Foto Corrierediragusa.it

È stata danneggiata la statua di Giovanni Falcone (foto) che si trova davanti all´istituto comprensivo Giovanni Falcone a Palermo, nel quartiere dello Zen. Alla statua è stata staccata la testa e un pezzo del busto è stato usato poi come ariete contro il muro dell´istituto scolastico. Sulla vicenda è stata aperta una indagine. Già nel 2012 il busto di Giovanni Falcone, all’ingresso principale dell’istituto, era stato stato danneggiato: era stato rotto il naso e scarabocchiata tutta la superficie. Cinque anni fa i vandali, dopo aver danneggiato la statua, erano entrati da una finestra, grazie anche all´assenza del sistema di allarme, scarico da alcuni mesi, e avevano scaraventato a terra armadi, cattedre, banchi e sedie.

Poi la notizia di un altro episodio: qualcuno ha bruciato un cartellone con una immagine del giudice davanti ai cancelli della scuola elementare "Alcide De Gasperi" e che faceva parte di un gruppo di altri cartelloni che erano stati realizzati nei giorni scorsi dagli studenti della scuola di piazza Papa Giovanni Paolo II. Da più fronti sono state condannate le 2 deprecabili azioni.