Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 22 Luglio 2017 - Aggiornato alle 1:00 - Lettori online 500
PALERMO - 19/05/2017
Sicilia - Ci sono le elezioni, tutti a casa

L´Ars chiude per un mese, Finanziaria bis in stand by

Se ne riparlerà il 14 giugno Foto Corrierediragusa.it

Ci sono le elezioni, tutti a casa. L’Ars chiude per un mese e la Finanziaria bis è congelata. Se ne riparlerà il 14 giugno quando è stata convocata la seduta ma molto verosimilmente si arriverà a fine giugno dopo il turno di ballottaggio. Molte importanti norme attesa da lavoratori, enti e cittadini possono attendere e i 90 parlamentari non si sono post neppure il problema. Maggioranza praticamente inesistente ed incapace di mettere ordine nel caos e lo stesso presidente Crocetta non è riuscito a riportare i suoi ala ragione. Salta così la tanta attesa fusione tra Cas e Anas, invocata dai sindacati e dallo stesso Crocetta per sbloccare una serie di investimenti sulle autostrade, tra cui i lotti in costruzione della Siracusa-Gela. Rinviato anche lo stanziamento da 86 milioni per rendere operativo il contratto di servizio con Trenitalia.

Il comitato pendolari Sicilia è stato durissimo: "La Regione chiude per un mese e il trasporto ferroviario siciliano che fine farà in questo mese"? si domanda Giosué Malaponti, che definisce tutto questo "Un atto irresponsabile nei confronti dei 50 mila pendolari siciliani che si vedranno tagliare servizi ferroviari dall’impresa ferroviaria Trenitalia Spa perché non è stato trattato in finanziaria regionale l’articolo che prevedeva l’integrazione di 83 milioni di euro necessari alla sottoscrizione del Contratto di Servizio per il trasporto ferroviario decennale gennaio 2017 – dicembre 2026, tenuto conto che il Contratto Ponte è scaduto il 31 dicembre".