Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 21 Novembre 2017 - Aggiornato alle 22:45 - Lettori online 662
PALERMO - 05/05/2017
Sicilia - Parla l’avvocato Sardella

Ong: sul tavolo di Zuccaro istanza sequestro Codacons

Per tracciare le somme e non solo Foto Corrierediragusa.it

Dopo le polemiche scaturite dalle parole del Procuratore di Catania Carmelo Zuccaro, che ha gettato ombre sulle operazioni di alcune Ong (associazioni non governative) che accompagnano clandestini sulle nostre coste, con un dispendio di denaro enorme e una modalità non sempre conforme ai trattati internazionali, è finita sul tavolo del Procuratore un’istanza di sequestro probatorio, presentata dal Codacons, di conti correnti e documentazione contabile. "Le condotte descritte dal Procuratore di Catania - spiega l’avvocato Carmelo Sardella, dirigente Ufficio legale Codacons (foto) - per le circostanze e le modalità di realizzazione, sono indubbiamente in grado di generare conseguenze pregiudizievoli sotto due profili: in primo luogo, le Ong presunte responsabili dei fatti citati da Zuccaro recano un danno all´economia nazionale favorendo, a scopo di lucro, l´illegittimo ingresso sul territorio di migranti che generano ingenti costi per la nostra economia. In secondo luogo - prosegue il legale - le Ong autrici delle condotte ipotizzate aggirano le norme atte a combattere l´immigrazione clandestina, riuscendo al contempo ad ottenere dei compensi".

Il Codacons si è da sempre impegnato per affrontare le problematiche relative all´accoglienza e all´assistenza dei migranti, cercando sia di incentivarne l´accesso all´informazione, che di favorirne la corretta integrazione. L´Associazione aveva inoltre creato un vero e proprio sportello immigrazione, con il quale aveva garantito servizi legali ai migranti, consentendo loro di risolvere problematiche legate alla posizione di cittadini stranieri in Italia.

Il Codacons ha dunque sempre avuto a cuore le problematiche afferenti l´immigrazione, promuovendo la collaborazione tra cittadini stranieri ed italiani, ma soprattutto favorendo forme di inserimento che, nella più scrupolosa osservanza delle leggi operanti in materia, consentissero l´integrazione dei cittadini stranieri in modo sostenibile sia per la nostra società che per la nostra economia.

"Pertanto - conclude l’avvocato Sardella - il Codacons ritiene indispensabile, ai fini di dimostrare l´avvenuta realizzazione dei fatti ascritti alle presunte Ong al centro di indagine, procedere al sequestro probatorio delle cose pertinenti al reato utili all´accertamento dei fatti dal momento che l´analisi dei movimenti di capitale relativi ai conti corrente in questione ben potrebbe consentire di accertare sia quale sia la fonte di finanziamento che l´effettiva destinazione".