Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 23 Agosto 2017 - Aggiornato alle 17:25 - Lettori online 526
PALERMO - 01/01/2017
Sicilia - Nonostante le ordinanze delle amministrazioni locali che ne vietavano l’utilizzo

Botti Capodanno: 10 feriti tra Palermo, Siracusa e Modica

Tutto questo nonostante le raccomandazioni alla prudenza Foto Corrierediragusa.it

Dieci feriti, di cui cinque a Palermo, quattro nel Siracusano e uno a Modica (vedi articolo a parte) costituiscono il primo bilancio dello scoppio accidentale dei petardi della notte di Capodanno. Sono stati quindi i «botti» a causare il ferimento di un 60enne che ha perso tre dita della mano destra mentre a Lentini un 40enne ha dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso per essere rimasto ferito alla mano sinistra. Altre due persone hanno riportato traumi, meno gravi, per uso improprio di fuochi d´artificio. Altri quattro feriti tutti a Palermo con danni alle mani. A Modica un 16enne rischia di perdere due dita. E´ ricoverato a Catania per essere sottoposto ad intervento chirurgico. Al «Civico» di Palermo è invece ricoverato un uomo di 56 anni che ha riportato ferite alla mano destra e ha avuto una prognosi di 10 giorni. Ferito anche un giovane di 23 anni che dovrà essere operato dopo avere riportato una profonda ferita alla braccio.

Feriti anche un uomo di 63 anni e uno di 37 con prognosi di 10 e 40 giorni rispettivamente. Le ordinanze sui botti emanate dalle amministrazioni locali sono state puntualmente disattese perché in tutti i comuni si è fatto a gara nell’uso di botti, in alcuni casi di notevole intensità. In tutta Italia sono stati 184 i feriti per i botti. Tutto questo nonostante le raccomandazioni alla prudenza.