Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 881
PALERMO - 17/08/2016
Sicilia - Sono diminuite del 12,4 per cento secondo il rapporto dell’Ice

Export Sicilia fa passi indietro, cala anche Ragusa

Messina con -30% ha il calo più sensibile, bene Agrigento, Trapani e Catania Foto Corrierediragusa.it

Le esportazioni della Sicilia nel 2015, pari a 8,47 miliardi di euro, sono diminuite del 12,4%, in netto contrasto con la media nazionale (3,8%), e portandosi ad una quota sul totale nazionale del 2,1% (nel 2014 era pari al 2,5%). Anche dal lato delle importazioni la dinamica negativa della Sicilia (-26,1%) contrasta con la media nazionale (+3,3%), e il dato risulta peggiorato rispetto al 2014 (12,6%). È quanto emerge dal rapporto annuale sul commercio estero ´L´Italia nell´economia internazionale 2015-2016´ dell´Ice, Agenzia per la promozione all´estero e l´internazionalizzazione delle imprese italiane, e che fa riferimento al primo trimestre dell´anno in corso rispetto allo stesso periodo del 2015.

Nei primi tre mesi del 2016, scrive il "Giornale di Sicilia", l´isola ha esportato 1,67 miliardi di prodotti, in calo rispetto allo stesso periodo del 2015: 1,82 miliardi di euro. A tenere sono i prodotti agricoli (3,9%) e alimentari (12,6%) mentre sono in caduta i prodotti petroliferi (-14,4%) e chimici (-18,6%).

Il rapporto analizza anche i numeri per provincia. E son dolori per quella messinese, che accusa un -30%, e quella palermitana, che si attesta su una perdita del 25%. Forte rallentamento (-8%) per Siracusa, dove influisce nettamente il comparto petrolifero e chimico, mentre Ragusa perde l´ 1,3%.
Pollice su, invece, per Agrigento, che con 12,3% precede di poco Trapani (12%). Trend sempre positivo poi per Catania (+10,5%), piccole crescite per Caltanissetta (1,7%) ed Enna (1,2%).