Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1208
PALERMO - 11/08/2016
Sicilia - A breve si insedierà una commissione prefettizia che reggerà il comune almeno per 18 mesi

Comune di Corleone sciolto per infiltrazioni mafiose

Sono emersi condizionamenti esterni in appalti e su assunzioni al comune Foto Corrierediragusa.it

Il comune di Corleone è stato sciolto per infiltrazioni mafiose. La proposta presentata dal ministro dell´Interno Angelino Alfano al Consiglio dei Ministri è stata accolta favorevolmente ed il comune palermitano è stato quindi sciolto. A breve si insedierà una triade prefettizia nominata dal Capo dello Stato su proposta del ministero Alfano. Nei mesi scorsi diversi episodi avevano creato polemiche nella cittadina che ha dato i natali a i boss Bernardo Provenzano e Totò Riina. In particolare il caso dell´inchino durante una processione religiosa davanti alla casa dove abita la moglie di Riina. I carabinieri avevano avviato subito delle indagini e i primi accertamenti hanno fatto emergere che uno dei membri della confraternita di San Giovanni era cugino di secondo grado della Bagarella, la moglie di Riina. La commissione di accesso prefettizia ha anche rilevato nella sua relazione si assunzioni in comune di parenti di boss mafiosi e sull´appalto per i campo sportivo. Il sindaco Lea Savona ha sempre rivendicato l´estraneità della amministrazione comunale e si era detta in più occasioni "tranquilla". La commissione prefettizia sostituirà gli organi democraticamente eletti, sindaco, giunta e consiglio comunale e resterà in carica per almeno 18 mesi.