Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 34
PALERMO - 10/05/2016
Sicilia - Occorre prepararsi per l’estate

Settore turistico siciliano, certezze e prospettive future

La Sicilia è da sempre una delle mete più apprezzate in Italia e nel mondo Foto Corrierediragusa.it

Occorre prepararsi per l´estate, e anche la Sicilia pare che si stia preparando per risultare più in forma che mai per la prova costume: l´isola è da sempre una delle mete più apprezzate in Italia e nel mondo, ma lo sviluppo delle sue infrastrutture turistiche sembrava giunto ad un punto morto. Stando a quanto rilevato da Federalberghi, infatti, l´afflusso di turisti nel 2016 è stato buono ma comunque in linea con i numeri dell´anno scorso, con un leggero incremento dovuto soprattutto ai turisti provenienti da Spagna, Francia e Regno Unito. Eppure si potrebbe fare di più.

Lo stanziamento di nuovi fondi europei
In un programma di rinnovamento e di potenziamento del settore del turismo in Sicilia, l´Unione Europea ha deciso di stanziare ben 220 milioni di euro destinati alla valorizzazione del territorio e delle sue risorse, come ad esempio i siti archeologici Unesco. A differenza di quanto accaduto in passato, però, tali fondi verranno gestiti direttamente dalla Regione, con la possibilità per gli enti di intervenire direttamente nella promozione di nuove idee e progetti: un fattore fondamentale, che dovrebbe velocizzare la lenta burocrazia statale e assicurare ai fondi europei un utilizzo molto più cosciente. L´obiettivo è quello di valorizzare il meraviglioso territorio siciliano, di potenziare i servizi turistici e di aumentare l´afflusso dei turisti verso l´isola.

Un ottimo momento per il turismo in Sicilia
Nonostante lo stanziamento di fondi europei e la necessità di dover migliorare e limare alcuni degli aspetti relativi alle infrastrutture, la Sicilia sta conoscendo un ottimo periodo per il suo turismo, anche grazie ai tantissimi eventi organizzati dagli enti dell´isola e la fama delle sue città più belle, citate dalle guide turistiche internazionali e omaggiate con svariati premi. Un successo che non è rimasto inosservato da parte dei grandi gruppi del settore, che hanno puntato decisi sui servizi sull´isola. Ne è un esempio la compagnia aerea italiana Meridiana, che mette i voli a disposizione dai tre aeroporti siciliani di Catania, Palermo e Trapani. Tra l´altro il servizio è incentivato anche dai codici promo Meridiana che rendono i voli ancora più economici, che in un´ottica siciliana vuol dire un maggior numero di turisti in arrivo. Le prospettive per questa estate sono dunque molto positive, soprattutto considerando il numero di turisti che affollerà la regione ed i tanti eventi culturali, musicali e sportivi patrocinati dall´assessorato al Turismo.

Il mondo intero investe sulla Sicilia
La bellezza della Sicilia non è passata inosservata, così come le opportunità di investimento sull´isola. E non è un caso che siano sempre più numerosi gli imprenditori stranieri che decidono di avvicinarsi alla Sicilia per sondare il terreno e valutare la possibilità di investire nei suoi servizi e nelle sue infrastrutture turistiche. Lo sa bene il presidente della Regione Rosario Crocetta, che ha di recente avuto modo di incontrare una delegazione coreana delle 5 più grandi compagnie di viaggio della Corea: l´obiettivo? Rafforzare i rapporti commerciali e turistici, creando una tratta aerea diretta fra Palermo e Seul. Non sono rimasti a guardare gli arabi, protagonisti di un tour nel Comune di Alcamo avente l´obiettivo di instaurare un rapporto di collaborazione fra Trapani e l´Arabia Saudita.