Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 737
PALERMO - 21/04/2016
Sicilia - Il riconoscimento era un punto fermo della recente battaglia degli olivicoltori

Olio oliva Sicilia, Bruxelles dice sì al marchio Igp

Definisce i prodotti che si identificano per delle peculiarità legate ad un determinato territorio Foto Corrierediragusa.it

Un traguardo tagliato. Bruxelles ha detto sì al marchio Igp (Indicazione geografica protetta) "Sicilia" per l´olio extravergine d´oliva prodotto nell´Isola. E’ la seconda "indicazione geografica territoriale" per l´olio d´oliva dopo quella decisa dall´Ue per la Toscana. E’ un punto fermo nella battaglia che gli olivicoltori e produttori siciliani combattono contro l’invasione dell’olio tunisino. Un riconoscimento importante che giunge, tra l´altro, dopo le aspre polemiche che hanno accompagnato il voto europeo sull´apertura delle frontiere all´olio tunisino criticato dagli agricoltori italiani e siciliani in particolare.

L’Igp è un marchio di qualità, rilasciato dall´Unione Europea, che definisce i prodotti che si identificano per delle peculiarità legate ad un determinato territorio e che rispettano un disciplinare di produzione in cui sia comprovata l´origine "storica" nel territorio dichiarato. Per gli europarlamentari Giovanni la Via e Michela Giuffrida si tratta di una grande vittoria per la Sicilia perché l’Igp valorizza un’eccellenza agroalimentare e dà fiducia ai produttori.

Gli olivicoltori siciliani potranno scrivere in etichetta che si tratta di un olio proveniente solo ed esclusivamente da olive coltivate e molite in Sicilia con parametri di qualità superiori all´olio extravergine d´oliva convenzionale. Il riconoscimento arriva in un momento cruciale per l´agricoltura siciliana, di grande crisi, ma grazie all´Igp gli agricoltori potranno beneficiare della misura 3 del PSR Sicilia per coprire i costi di certificazione del prodotto fino a 3.000 euro per azienda e dell´aiuto accoppiato per gli oliveti certificati Dop e Igp (di cui all´articolo 52 del Reg 1307/2013). L´Igp Sicilia permetterà alle Organizzazioni di Produzioni Siciliane di accedere ai programmi di promozione nei paesi terzi e alle misure per la valorizzazione delle filiere regionali e dell´aiuto accoppiato per gli oliveti certificati Dop e Igp (di cui all´articolo 52 del Reg 1307/2013). L´Igp Sicilia permetterà alle Organizzazioni di Produzioni Siciliane di accedere ai programmi di promozione nei paesi terzi e alle misure per la valorizzazione delle filiere regionali.