Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 796
PALERMO - 20/04/2016
Sicilia - Le nuove norme saranno impugnate dinanzi la Corte Costituzionale

Allarme Codacons su mutui non pagati

Per Francesco Tanasi "L’ennesimo regalo del Governo Renzi alle banche" Foto Corrierediragusa.it

Protesta Francesco Tanasi Segretario Nazionale Codacons per quella che definisce «Una vergogna, l’ennesimo regalo del Governo Renzi alle banche»: così viene commentato il via libera definitivo del Consiglio dei ministri al decreto mutui. "Ora le banche potranno vendere le case dei cittadini senza passare dal Tribunale – attacca Tanasi - mentre fino ad oggi la normativa tutelava la parte debole, ossia il debitore, prevedendo il ricorso al tribunale in caso di morosità sul mutuo, allo scopo di valutare le situazioni soggettive degli utenti. Le norme approvate adesso, invece, cancellano di netto le tutele previste dal nostro ordinamento, e porteranno enormi distorsioni al mercato, con i mutui che saranno concessi solo previa accettazione della clausola sulla vendita diretta dell’immobile. Il rischio è una vera e propria emergenza abitativa, con migliaia di famiglie che rimarranno senza casa – conclude Tanasi – e per questo impugneremo le nuove norme dinanzi la Corte Costituzionale, e chiediamo al presidente dell’Anci Piero Fassino di far aderire i comuni alla nostra battaglia legale».


quale vergogna?
20/04/2016 | 23.10.13
marcotullio

Forse fare la procedura esecutiva dopo 18 rate insolute contro i debitori insolventi è un regalo alle banche, ma non pagare le rate dei mutui è un furto alle banche e ai risparmiatori.