Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1464
PALERMO - 07/04/2016
Sicilia - L’approvazione della Giunta regionale ufficializza il passaggio da Catania al Libero Connsorzio

Ragusa cresce, Licodia Eubea nuovo comune ibleo

Variazioni territtoriali anche per Gela e Niscemi da Caltanissetta a Catania, Piazza Armerina, da Enna a Catania Foto Corrierediragusa.it

Il comune di Licodia Eubea (foto) fa parte integrante del Libero Consorzio comunale di Ragusa. I comuni iblei passano dunque da 12 a 13 grazie all’adesione del piccolo comune, quasi 4 mila abitanti, che ha deciso di non far parte al Libero Consorzio di Catania e far parte di quello di Ragusa. La giunta regionale ha approvato il disegno di legge sulle variazioni territoriali intervenute in Sicilia in seguito ai referendum approvando le variazioni territoriali dei comuni di Gela e Niscemi che passano dalla provincia di Caltanissetta alla città metropolitana di Catania. Anche Piazza Armerina, già in provincia di Enna, farà parte di Catania e Licodia Eubea che passa a Ragusa. Il ddl dovrà essere approvato prima della pausa estiva essendo propedeutico alla elezione dei presidenti dei Liberi Consorzi. Le elezioni dovranno tenersi entro il 30 settembre e fino alla elezione dei nuovi organismi di secondo livello i Consorzi saranno guidati dai commissari straordinari attualmente in carica.