Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:35 - Lettori online 1001
PALERMO - 24/02/2016
Sicilia - Continua il voto a Sala d’Ercole

Finanziaria: governo ko su e-Servizi

Approvata la norma che apre ad affidamenti informatici anche ad altre società private Foto Corrierediragusa.it

Riprende la maratona della Finanziaria e la maggioranza va sotto su due emendamenti del governo, il primo riguardava il passaggio di alcuni precari del vivaio viti americane in altre partecipate.

Sicilia e-Servizi e Sviluppo Sicilia
Il secondo emendamento che ha visto andare sotto il governo, il più importante, riguarda lo stop alla possibilità di dare appalti informatici anche ad altre società oltre Sicilia e-Servizi. Il presidente della spa aveva chiesto di cancellare questo articolo che era passtao in commisisone Bilancio su proposta dei renziani gudiati da Luca Sammartino. Il governo ha quindi rpesentato un emendamento soppressivo per volere di Crocetta. Ma in aula l´assessore Alessandro Baccei si è rimesso all´aula e il risultato è stato che l´emendamento è stato bocciato. Risultato? La Regione potrà "avvalersi " anche di altre società informatiche oltre Sicilia e-Servizi. Si rompe quindi il monopolio certo garantito alla controllata di Palazzo d´Orleans con affidamenti in house. Ma c´è di più: le competenze sul controllo della spa passano all´assessorato di Baccei e non più alla Funzione pubblica. Nessuna ricapitalizzazione per Sviluppo Sicilia come chiesto da diversi deputati, da Franco Rinaldi a Toto Cordaro e Bernadette Grasso. Il fondo per le spa rimane di 44,5 milioni di euro e adesso Sviluppo Sicilia rischia di non poter chiudere il bilancio 2015 che sarà in rosso.

Testimoni di giustizia
La norma autorizza la spesa per il 2017 di 510 mila euro in favore dei testimoni di giustizia, attraverso l´assunzione nella pubblica amministrazione. Con un emendamento del governo, illustrato dall´assessore alla Funzione pubblica Luisa Lantieri, entrano nel 2016 negli uffici pubblici altri nove testimoni di giustizia.

Martedì scorso approvate diverse norme. Eccole.

Ztl
Via libera a un emendamento che obbliga i Comuni a varare tariffe differenziate per entrate in Zone a traffico limitato tra residenti e non. Il rischio è che si blocchi l´iter per la Ztl di Palermo, visto che non c´è alcun regolamento votato dal Consiglio comunale che differenzia le due tariffe. L´articolo prevede l´obbligo di: le tariffe per ottenere il permesso di accesso alle ZTL; riduzioni per i veicoli meno inquinanti; accesso gratuito alle ZTL per le persone disabili, le cui autovetture siano dotate di contrassegno speciale e per le vetture a trazione elettrica; agevolazioni per i residenti all’interno del perimetro ZTL, nonché le misure necessarie volte ad incentivare il trasporto pubblico e la lotta all’inquinamento; l’applicazione ai residenti di tariffe differenziate rispetto a quelle applicate ai non residenti; il regime delle sanzioni da applicare in base al Codice della strada, nonché appositi strumenti di monitoraggio sull’inquinamento.

Fondo per i disabili e progetti disseseto idrogeologico
Stanziato un fondo di 4 milioni di euro per il trasporto nelle scuole dei disabili, a valere sui fondi Pac. Ok al fondo da 700 mila euro per la progettazione d´interventi sul dissesto idrogeologico: il fondo sarà gestito dall´assessorato Territorio e ambiente ed era stato proposta dall´assessore Maurizio Croce.

Cantieri lavoro e Pip
Via liebra all´utilzizo di 80 milioni di euro per l´avviod ei Cantieri lavoro di Comuni ed enti di culto. I fondi potranno essere utilizzati anche per avviare al lavoro disoccupati nel settore della raccolta differenziata porta a porta. Passa anche la norma che rende più difficile
l´espulsione dei Pip benestanti: chi supererà la soglia Isee personale di 20 mila euro non uscirà più se non supererà anche la soglia familiare Isee di 40 mila euro.

Palasport Agrigento e revisori dei conti
Approvata una norma che prevede il trasferimento del Palasport di Agrigento al Parco archeologico della Valle dei templi e la norma che prevede la nomina dei revisori dei conti attraverso sorteggio nei consigli comunali.

Repubblica Palermo