Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 865
PALERMO - 02/02/2016
Sicilia - Interviene il Codacons

Si continua a buttare cicche per terra nonostante i divieti

Chiesti più controlli Foto Corrierediragusa.it

Si continua a gettare a terra i mozziconi di sigaretta, nonostante i divieti entrati in vigore dal 2 febbraio. La denuncia arriva da Francesco Tanasi Segretario Nazionale Codacons , che attraverso le telecamere del Codacons Tv ha ripreso numerosi fumatori che, in barba alle nuove misure in vigore da oggi, non hanno modificato le proprie abitudini. "La legge sulla Green Economy entrata in vigore assieme al pacchetto Salute, prevede multe da 60 a 300 euro per chi butta a terra mozziconi di sigaretta – spiega il Codacons – Nella realtà, però, non è cambiato assolutamente nulla, e le cicche di sigaretta continuano ad essere gettate sui marciapiedi. E’ successo esattamente quanto avevamo previsto – spiega Tanasi – e la colpa è che mancano i controlli: se si varano nuovi divieti ma non si è in grado di farli rispettare, la loro efficacia è nulla. Chiediamo quindi ai Comuni - dice Tanasi - un giro di vite contro chi butta mozziconi di sigarette a terra, attraverso l’invio di vigili lungo le strade, e di incrementare la presenza di posaceneri e cestini dei rifiuti sul territorio".