Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 1151
PALERMO - 24/01/2016
Sicilia - Le 2 compagnie aeree non risparmiano colpi di carta bollata

"Guerra dei cieli" Alitalia Ryanair

La compagnia low cost irlandese deve difendersi dalle recenti sentenze Foto Corrierediragusa.it

Ennesimo capitolo della "guerra dei cieli". Alitalia contro Ryanair, regina dei voli low cost. La compagnia irlandese deve difendersi dalle recenti sentenze del Tar che ha dato ragione al ricorso presentato da Alitalia in Puglia e in Sardegna perchè ritiene che Ryanair goda di benefici pubblici e soprattutto che questi sono assegnati senza gare. Alitalia ha sostenuto nel ricorso, di volere concorrere per accedere agli stessi finanziamenti garantiti a Ryanair per entrare nel redditizio mercato dei voli low cost. L´offensiva Alitalia ha interessato già Puglia e Sardegna dove Ryanair ha numerosi voli e ha garantito negli anni flussi turistici importanti. Si attende ora la prossima mossa di Alitalia che sta meditando di presentare ricorso anche per la Sicilia dove Ryanair opera su Palermo, Catania, Trapani e Comiso. Il punto fermo della compagnia di Michael O´Leary è che questa non vola se non sono garantiti "incentivi" per ogni passeggero trasportato e quindi se Alitalia dovesse accedere alla fascia di mercato finora occupata da Ryanair la fuga del low cost sarebbe inevitabile con tutte le conseguenze del caso perchè la Sicilia ha avuto una grande spinta al turismo anche grazie alla presenza di Ryanair che ha "scoperto" scali come Trapani e Comiso dove opera in regime di quasi esclusività.

Situazione dunque tutta in evoluzione che non avrà riflessi solo dal punto della operatività dei voli perchè Ryanair potrebbe decidere di tagliare le rotte ma anche dal punto di vista occupazionale perchè Ryanair ha annunciato l’assunzione di 5 mila 800 persone nell’estate 2016 per il lancio di una nuova promozione per gli scali siciliani e pugliesi. Per la Sicilia sono state previste mille 730 nuove assunzioni a Palermo, mille 300 a Catania e 300 a Comiso, mille 1500 a Bari e 975 a Brindisi. Le figure professionali richieste sono le più svariate: addetti all’assistenza dei passeggeri, carico e scarico bagagli, personale di bordo, assistenti di volo, personale al check in secondo i bisogni specifici di ciascuno scalo. I piani sono stati finora confermati ma la situazione è in evoluzione.